Ceretta a Caldo

Cera depilatoria a caldo professionale per centri estetici Ebranditalia: creata con materie prime naturali di alta qualità, vi sorprenderà per la sua morbidezza, elasticità ed efficacia nell’estirpare anche i peli cortissimi lasciando la pelle morbida e vellutata.

La Cera Depilatoria a Caldo Ebrand Epil Wax è disponibile in quattro colorazioni (gialla, rosa, verde e blu), ed in due formati, le vaschette e dei comodi dischetti, entrambi da 1 kg. È possibile acquistare inoltre in questa sezione il pentolino scalda cera, da utilizzare con il fornello elettrico.

Su Ebranditalia trovi tutta la qualità Made in Italy, ed un costumer care sempre disponibile per qualsiasi tua necessità.

9 Prodotto/I

Imposta ordine discendente
per pagina

Griglia  Elenco 

9 Prodotto/I

Imposta ordine discendente
per pagina

Griglia  Elenco 

Scopri tutto sulla Cera Depilatoria a Caldo Ebranditalia:

L’Epilazione a Caldo.

Il primo brevetto della cera a caldo risale al 1910, ed era composta da Cera d’Api, Gomma, Confora, Bergamaotto, Eucalipto, Colofonia. La composizione delle cerette a caldo di oggi è leggermente diversa: solitamente sono composte da Cera D’Api, Cera Carnauba o Candelilla, Colofonia e Olio Minerale. A questa composizione base possono essere aggiunti miele (cera gialla), clorofilla (cera verde), azulene (cera azzurra), Iperico (Cera Rossa) ecc. È un metodo epilatorio che ha raggiunto il suo Boom negli anni 80, prima che fossero introdotti nel commercio anche i rasoi elettrici e la ceretta a freddo, che ha soppiantato quella a caldo anche se quest’ultima rimane la più efficace: l’epilazione a caldo ha infatti una durata di almeno 4 settimane circa, il doppio della ceretta a freddo. Si definisce a caldo perché per essere utilizzata deve essere fatta squagliare ad alte temperatura, dopo di che, dopo averla fatta raggiungere una temperatura di poco superiore a quella corporea, viene stesa sulla pelle per l’epilazione. Raffreddandosi, si solidifica incorporando il pelo, dopo di che viene strappata con le mani (senza l’utilizzo di strisce). Il calore della cera aiuta il follicolo pilifero ad aprirsi, facilitando l’operazione ma provocando anche vasodilatazione, fenomeno che non si riscontra utilizzando la cera a freddo o altri metodi di depilazione (pinzette, depilatori elettrici). È per questo motivo che la cera a caldo è sconsigliata a chi soffre di vene varicose o di fragilità capillare. Per ovviare a questo problema, oggi esistono in commercio cerette a caldo che hanno tra i loro componenti la Paraffina, che porta il punto di fusione a temperature più basse, in modo che non si crei la spiacevole sensazione di calore. Per questo, tale ceretta può essere utilizzata su ogni zona del corpo, anche le più sensibili. Ebranditalia ha un catalogo completo con tutti i prodotti utili ad effettuare cerette perfette: scoprite tutti i nostri prodotti da depilazione ed epilazione

Caratteristiche della Cera a Caldo Ebrand Epil Wax

La Cera depilatoria a Caldo Ebrand Epil Wax si caratterizza per essere composta esclusivamente da materie prime naturali quali pura gemma selezionate e esterificate, Cera d’Api e Cere Minerali, oltre al Biossido di Zinco. In particolare il Biossido di Zinco fa sì che non ci siano rossori ed irritazioni durante l’epilazione. E’ per questo indicata per pelli sensibili, per coloro che si sottopongono per le prime volte ad un trattamento epilatorio, per gli uomini. Lo strappo è infatti delicato e deciso allo stesso tempo. Un’altra caratteristica della Cera depilatoria a Caldo Ebrand Epil Wax è quella di essere particolarmente morbida ed elastica, per questo è efficace anche sui peli cortissimi, pur senza attaccarsi alla pelle, che rimane idrata e morbida. Punto di fusione 56°C. Punto di rammollimento 44°C

Come si utilizza la cera a caldo

Pre – Epilazione

Per fare in modo che il pelo venga realmente estirpato alla radice, è buona prassi aspettare che i peli siano cresciuti almeno 4-6 mm. Infatti se i peli sono troppo corti c’è il rischio che non sono inglobati e strappati dalla cera, se invece sono troppo lunghi al contrario il rischio è che il trattamento strappi i peli senza estirparli alla radice. Se possibile uno o due giorni prima della ceretta è consigliabile esfoliare la pelle (con uno dei tanti prodotti in commercio o con un guanto di crine), in modo da eliminare le impurità e predisporre la pelle al trattamento epilatorio. Prima di iniziare qualsiasi trattamento epilatorio, è consigliabile disinfettare la parte da trattare con un prodotto possibilmente non alcolico e specifico (ad esempio Citrosil, Biacol). Se la pelle risulta essere un po’ umida o sudaticcia (soprattutto nelle zone sensibili ma con i peli più robusti come l’inguine e le ascelle)

Il trattamento.

Dopo aver scaldato la cera a caldo a 50° / 60°, lasciarla raffreddare fino a che non raggiunge una temperatura di poco superiore a quella corporea. Bisogna applicare la cera quando è tiepida e piuttosto densa (se gocciola significa che è troppo calda). Prima di stendere la cera sulla parte da trattare, è bene testarne la temperatura su una zona poco sensibile, ad esempio il dorso della mano, per evitare bruciature, tenendo però presente che non tutti hanno la stessa sensibilità al calore. Stendere la cera in maniera uniforme creando strisce di 5/6 mm di spessore. Impastare il pelo alla cera facendo un movimento circolare. In caso di peli molto corti, procedere ad una seconda applicazione in direzione contropelo. Fare attenzione inoltre, che i bordi delle strisce siano delimitati e spessi, in modo da evitare che dopo lo strappo rimangano dei residui fastidiosi. Lasciare raffreddare, senza aspettare che si secchi troppo, in modo da evitare che la striscia si spezzi (il modo per capire se la striscia è pronta è tamponarla con la mano: quando non appiccica più è ora di toglierla) e quindi si strappa contropelo con le mani (senza l’ausilio di strisce). Un accorgimento che attenua il dolore è il tenere ben tesa la pelle della cliente con la mano che non strappa. Lo strappo dovrà essere veloce e deciso. Al fine di togliere eventuali residui girare la striscia appena strappata e tamponare. Si potrà strappare la striscia quando, tamponandola con la mano, non appiccicherà più. Per procedere occorre alzare di colpo il lembo inferiore della striscia, utilizzando il dito leggermente sporcato con cera fresca o una striscia appena strappata. Nel caso i peli non siano stati estirpati tutti, aspettare un istante prima di fare la seconda passata, affinché la cute non sia eccessivamente sensibile al calore. Per asportare eventuali residui girare la striscia appena strappata e tamponare.

Post Epilazione

Se possibile disinfettare con un prodotto non alcolico. Massaggiare la zona con olio lenitivo che, oltre a rimuovere i residui di cera, è utile ad attenuare il rossore e lo stress che comunque la pelle ha dovuto sopportare durante l’epilazione.

Vantaggi della ceretta a caldo

I vantaggi con la cera a caldo sono l’efficacia, la rapidità e l’economicità, dato che le strisce già utilizzate vengono “riciclate”. Esse vengono gettate nuovamente nello scaldacera e sterilizzate ad alte temperature, i peli vengono trattenuti da un apposito filtro, igiene e sicurezza sono garantiti anche per le clienti successive. È comunque buona norma buttare le strisce impiegate su zone come inguine e ascelle, dove facilmente ci possono essere dei sanguinamenti. Inoltre periodicamente la cera va buttata e rinnovata, perché le alte temperature permettono la sterilizzazione, ma nel tempo danneggiano la plasticità del prodotto, le strisce si spezzano facilmente e non inglobano bene i peli, rendendo così meno efficace l’epilazione.

Attendere prego...

{{var product.name }}


Continua lo shopping
Vai al carrello

Hai rimosso dal carrello


{{var product.name }}


Continua lo shopping
Vai al carrello