Cosa mangiare per eliminare la cellulite

Qui sotto, in ordine alfabetico potrai trovare alcuni alimenti, poveri di sodio e ricchi di potassio, che possono aiutarti nella lotta alla cellulite e la ritenzione idrica.

Cosa mangiare per eliminare la celluliteCome già spiegato nell’articolo, come eliminare la cellulite una delle migliori alleate nella lotta alla questo inestetismo è una dieta corretta.

Qualsiasi trattamento anche con una buona crema anticellulite rischia di non essere duraturo se non seguito da una dieta regolare.

Online si possono trovare le guide sia per il massaggio anticellulite e per un’alimentazione sana e corretta, sapere cosa mangiare e cosa eliminare nella propria dieta fa la differenza per avere uno stile di vita sano.

Alimenti che fanno bene per eliminare la cellulite

  1. ANANAS:  facilita la digestione e ha un effetto diuretico. Soltanto 40 calorie per etto.
  2. BANANA:  Hanno la capacità di legare, intrappolare ed eliminare le particelle favoriscono la comparsa di cellulite. Grazie ai contenuti di Zolfo e Potassio, favorisce la depurazione, e tiene a basso il livello di sodio nell’organismo, aiutandolo a contrastare la ritenzione idrica. Ricorda che si tratta di un frutto calorico, non esagerare.
  3. CARCIOFO: Migliora l’efficienza del fegato stimolando il metabolismo dei grassi
  4. CAROTA: Ricca di vitamina A, regola la funzione intestinale ed epatica, ed ha proprietà diuretiche e depurative
  5. CILIEGIE: basso contenuto calorico e ricche di vitamine,  che contrastano l’invecchiamento cellulare. Contengono antiossidanti, e pigmenti vegetali.
  6. ERBE AROMATICHE. Combattono combatti la ritenzione idrica.
  7. FRUTTI DI BOSCO. Mirtilli, more, lamponi e fragoline di bosco sono preziosi alleati della circolazione.
  8. KIWI:molto ricco di vitamina C, utile nel proteggere i vasi capillari che sono più a rischio di rottura in caso di cellulite, a causa della pressione esercitata dai liquidi in eccesso. Per questo motivo non farti mancare le arance e gli altri agrumi.
  9. LATTUGA: È ricca di colina, una sostanza che ha scarso valore nutritivo ma un eccellente valore metabolico. Produce i componenti principali della membrana cellulare, come la lecitina, ed è responsabile del corretto assorbimento di grassi. Senza la colina, il fegato non riuscirebbe a smaltirli bene.
  10. MELA: è un concentrato di vitamine, ferro e potassio, ma soprattutto tannini e fitosteroli, in particolare la pectina, concentrata nella buccia. La pectina, una volta raggiunto lo stomaco, si trasforma in un gel che intrappola le sostanze tossiche e ostacola l’assorbimento dei grassi.
  11. MELANZANA: stimola le funzioni del fegato e dell’intestino. È molto ricca di acqua, per questo è ideale per contrastare la ritenzione idrica.
  12. POMODORO: è ricco di licopene, un antiossidante che contrasta l’invecchiamento delle cellule e impedisce  al grasso di sedimentare e diventare cronico. Contiene anche acido malico e citrico, che agevolano la digestione e aiutano la regolarità intestinale.
  13. SEDANO: è una verdura con appena 20 calorie per 100 grammi, composta per circa il 90% di acqua e proprio per questo considerata una sorta di diuretico naturale. Contiene anche buone dosi di potassio, il minerale che contrasta l’azione del sodio e aiuta quindi nella lotta contro la ritenzione idrica.
  14. TÈ VERDE: contiene flavonoidi,  che ostacolano l’assorbimento dei grassi, specie colesterolo e trigliceridi. Per questo il tè verde è un alleato nella lotta contro la buccia d’arancia.
  15. TISANE: Quelle consigliate sono a base di ananas, mirtillo, ortica, betulla, tarassaco, gramigna, ippocastano: tutti gli infusi hanno un’azione diretta o indiretta sulle alterazioni che sono alla base della patologia.
  16. VERZA: è un ortaggio ricco di sali minerali, fibre e vitamina C. Ha proprietà antinfiammatorie e depurative e rappresenta un valido aiuto per la stitichezza.
  17. ZUCCHINA: svolge un’azione diuretica e lassativa. È poco calorica e ha un alto contenuto di acqua: per questo motivo è particolarmente indicata per combattere la ritenzione idrica.