Home / Viso / Cioccolato contro le Rughe

Cioccolato contro le Rughe

L’ ANTIOSSIDANTE  GOLOSO:

Il cacao ed il cioccolato sono alimenti ad oggi consumati nella maggior  parte dei paesi sviluppati del mondo, mentre il loro consumo è assai limitato nei paesi produttori, tutti  in via di sviluppo. E’ un alimento anti-ossidante e quindi ottimo come alimento anti-age e per prevenire le rughe.

L’utilizzo del cacao è notevole e comprende diversi settori, tra cui di spicco è quello alimentare: infatti, è sfruttato come ingrediente, aromatizzante ma anche e soprattutto come componente funzionale per prodotti dedicati ad un’alimentazione particolare, quali pasti sostitutivi e bevande, ed integratori alimentari.
Cacao e cioccolato sono veri e propri alimenti, nonostante possano essere considerati, grazie alle sostanze che contengono, dei “prodotti funzionali”: sono infatti numerose le proprietà salutistiche ascrivibili a questi cibi; tra queste, quella di maggior impatto e di maggior interesse negli ultimi anni riguarda le proprietà antiossidanti legate al contenuto in polifenoli.
Del cioccolato si possono trovare in commercio una miriade di varietà, intese sia dal punto di vista qualitativo che da quello puramente di packaging: al latte, fondente, a diverse percentuali di cacao, oppure cioccolato da bere, cacao in polvere, cioccolato bianco ecc.
Tra queste tipologie, il cioccolato fondente è senz’altro quello d’elezione: da un punto di vista salutistico rappresenta un vero e proprio “alimento-farmaco”, da assumere naturalmente con moderazione, nelle dosi adeguate e senza esagerare; una delle qualità evidenziate da diversi trials clinici è la protezione fornita contro le malattie cardiovascolari, ma è importante anche l’influenza esercitata sulla produzione di fattori antinfiammatori; con l’assunzione del cioccolato fondente vengono infatti inibiti i meccanismi che portano alla produzione di agenti pro-infiammatori, quali prostaglandine. Il cioccolato, specie quello fondente, è ricco di antiossidanti la loro utilità è nota nella lotta contro i radicali liberi, con conseguente riduzione dei potenziali rischi di molte malattie.

I polifenoli del cacao sono distinti in 3 gruppi: Catechine, o flavan – 3 – oli (circa 37%), Antocianine (4%) e Proantocianidine (58%), costituite da unità di catechine o epicatechine.
La quantità di polifenoli nel cioccolato fondente è di gran lunga superiore a quella presente nel cioccolato al latte; questo si può verificare, oltre che sperimentalmente in laboratorio, assaggiando l’alimento; infatti, il contenuto in polifenoli è sempre associato ad un sapore amaro ed astringente, che si può riscontrare a prescindere dalla quantità di cacao presente nel prodotto.
Da numerosi studi clinici si sono osservati gli effetti positivi che i flavonoidi hanno nella prevenzione delle malattie a livello del sistema cardiovascolare; infatti, un alto apporto di flavonoidi con la dieta ha dimostrato un importante aiuto nel diminuire  l’insorgenza delle malattie cardiovascolari, infatti si è visto come un apporto dietetico di flavonoidi purificati da estratti di cacao e derivati, dopo solo due ore dall’assunzione, sia in grado di inibire l’ossidazione delle LDL. Quando parliamo di LDL Colesterolo parliamo di proteine a bassa densità, che trasportano il colesterolo presente nel sangue alle cellule dei tessuti, viene definito anche “colesterolo cattivo” perché quando è presente in quantità eccessive nel sangue, tende a depositarsi sulle pareti delle arterie, favorendo l’insorgenza delle malattie cardiovascolari. Molto importanti sono, però, le quantità di cioccolato: occorre un consumo moderato di cioccolato fondente, che si aggira intorno ai 6.7g/die per ridurre lo stato infiammatorio del 17%; una piccola percentuale, quindi, sufficiente per avvantaggiarsi di una riduzione del rischio di malattia cardiovascolare pari ad 1/3 nella donna e ad 1/4 nell’uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *