Come scegliere lo scaldacera per la ceretta

Quando si utilizza la cera a caldo, occorre scaldare il composto ad una temperatura di circa 40 gradi affinché acquisisca la giusta consistenza per essere distribuita correttamente sulla pelle.

Il composto, raggiunto il giusto livello di fusione, può essere dunque applicato nella zona interessata utilizzando una bacchettina in legno, prelevando il composto dall’apposita scaldacera, oppure un rullo, seguendo il verso di crescita del pelo.

In alternativa è possibile impiegare le strisce depilatorie già pronte, che rientrano nella metodologia della ceretta a freddo, preparabili velocemente utilizzando le mani.

Come scegliere lo scaldacera per la ceretta

La differenza sostanziale tra il metodo a caldo e quello a freddo è la durata dell’effetto, maggiore nel secondo caso, che raggiunge fino alle quattro settimane. Non solo, la depilazione a caldo è ideale per chi ha peli scuri e difficili da rimuovere.

Pertanto, considerando la ceretta a caldo il metodo più efficace, è opportuno sottolineare come l’utilizzo di uno scaldacera risulti ottimale per evitare che la cera raggiunga una temperatura troppo alta, con un elevato rischio di scottare la pelle, ma anche per la conservazione della giusta temperatura necessaria per effettuare tutto il procedimento.

Infatti, questo strumento è in grado di mantenere costante la temperatura della cera, evitando che essa risulti troppo bassa (facendo solidificare il composto) oppure eccessivamente calda (rendendo pericoloso l’utilizzo).

Allo stesso modo l’utilizzo dello scaldacera permetterà di ottimizzare i tempi dedicati alla depilazione, spesso troppo lunghi per chi è alle prime armi con questa tipologia di trattamento.

Impostando la temperatura sul dispositivo basterà attendere che essa sia raggiunta per cominciare immediatamente la depilazione. Una volta terminato basterà spegnere lo scaldacera ed attendere che il prodotto all’interno sarà completamente solidificato.

Pertanto è opportuno scegliere con attenzione lo scaldacera, affinché questo possa soddisfare le proprie esigenze e risultare funzionale. In commercio sono disponibili numerose alternative e per questo è essenziale acquistare il modello che presenta le migliori caratteristiche.

Modelli e tipologie di scaldacera

In commercio è possibile reperire due differenti tipologie di scaldacera: il manipolo scaldacera per la cera a rullo o a barattolo.

Con scaldacera a rullo, si intende quei dispositivi all’interno dei quali vanno inserite particolari ricariche dotate di rullo che permettono di stendere la cera come i deodoranti roll on.

Questi si caratterizzano per le dimensioni contenute e per la praticità. Sono inoltre particolarmente comodi da utilizzare e permettono di poter stendere la cera senza l’ausilio di altri strumenti.

Affinché riscaldi la cera, tali dispositivi devono essere connessi alla corrette tramite l’alimentatore. Tra i pro di questo prodotto vi è inoltre il mantenimento della temperatura costante e la compattezza che rende facile l’applicazione e non permette che la cera cada o si depositi dove non lo si desidera.

Inoltre, per utilizzarli basta acquistare, ogni qual volta risulta necessario, una ricarica da sostituire.

Queste sono generalmente molto economiche. Considerate tali qualità è possibile asserire che gli scaldacera a rullo sono particolarmente indicati per coloro che non hanno molta esperienza e manualità, dunque per i principianti.

Per ciò che concerne gli scaldacera a barattolo, questi sono generalmente impiegati nei centri estetici da professionisti che possiedono una buona manualità.

Tale strumento ricorda, come si può evincere dal nome, la forma di un barattolo all’interno del quale dovranno essere scaldate perle di cera da spalmare poi con apposite palette.

Pertanto non è indicato per coloro che sono alle prime armi. La possibilità di sostituire l’attrezzo con cui si applica per ciascun cliente, permette di garantire massima igiene e sicurezza.

Non solo, la sua particolare forma permette di scaldare e dunque utilizzare un quantitativo di cera superiore rispetto ai dispositivi a rullo.

Le principali caratteristiche degli scaldacera

Oltre alla possibilità di scegliere tra due differenti modelli di scaldacera, è necessario valuta altre caratteristiche essenziali di questo dispositivo. Tra i fattori da considerare vi sono senza dubbio le funzionalità.
Pur considerando che questi dispositivi risultano piuttosto semplici da utilizzare, alcuni possono disporre di alcune tecnologie decisamente avanzate.

La prima caratteristica da valutare con attenzione è lo spegnimento automatico. Fondamentale per chi è alle prime armi, questa funzione permette allo scaldacera di spegnersi autonomamente rendendo maggiormente sicuro l’utilizzo.

Non solo, questa tecnologia eviterà che lo strumento si surriscaldi provvedendo allo spegnimento qualora la soglia di calore venisse superata, garantendo altresì la sicurezza per chi utilizza la cera sulla pelle.

Evitando che il composto si scaldi eccessivamente si potranno evitare le ustioni e i danni della cute. Successivamente, quando si parla di caratteristiche essenziali di uno scaldacera è indispensabile valutare le presenza di un indicatore.

Questo, generalmente dotato di un led, indicherà con un segnale luminoso, quando la temperatura impostata è stata raggiunta.

Infine, anche la presenza di un termostato regolabile è essenziale da valutare quando si acquista uno scaldacera.

Questo strumento permetterà di impostare la temperatura (per un massimo di 50°) affinché il composto acquisisca la giusta consistenza, durante tutto il tempo della depilazione.

Ecco come scegliere lo scaldacera

Gli scaldacera sono strumenti particolarmente utili sia per i professionisti che per coloro che prediligo questa tipologia di depilazione.

Tuttavia, in commercio sono disponibili innumerevoli tipologie di scaldacera, realizzati da brand professionali e non.

Ecco quindi una breve lista di parametri da tenere in considerazione quando ci si appresta alla scelta e all’acquisto di questi strumenti:

  • Budget

individuare un range di prezzi all’interno del quale trovare il prodotto più adatto alle proprie necessità è fondamentale per velocizzare e rende più mirata la scelta.

È importante considerare che gli scaldacera professionali, come quelli a barattolo, hanno un costo superiore rispetto a quelli a rullo.

  • Funzionalità

alcuni scaldacera sono provvisti di termostati interni che regolano la temperatura mantenendola costante.

Tale funzione è indispensabile per evitare ustioni e per poter effettuare la depilazione con maggiore sicurezza.

  • Caratteristiche

I due principali modelli presenti in commercio si distinguono per le modalità di ricarica, di utilizzo e di applicazione.

Pertanto, in base all’uso che se ne farà e alle proprie competenze è facile individuare ciò che fa al caso proprio.

Come spiegato, gli scaldacera a rullo sono maggiormente indicati per i principianti mentre quelli a barattolo possono essere impiegati con facilità da professionisti che hanno già acquisito una buona manualità.

  • Potenza

I prodotti professionali si distinguono per la potenza maggiore che consente di scaldare la cera rapidamente e in quantitativi superiori rispetto a quelli pensati per la depilazione casalinga.

Tuttavia, quando la potenza è maggiore è necessario prestare attenzione alla temperatura per evitare ustioni.

  • Modello

A barattolo o a rullo, questi sono i principali modelli disponibili in commercio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *