Home / Viso / Come si usano le pinzette per sopracciglia

Come si usano le pinzette per sopracciglia

Un bel viso curato è costituito da tanti piccoli dettagli che, uniti assieme, fanno una bella cornice. Le sopracciglia, ad esempio, sono una parte molto importante del volto perché ne caratterizzano i lineamenti e ne esaltano le particolarità.

Per ottenere delle sopracciglia perfette è importante saper utilizzare le pinzette per sopracciglia adatte per ogni esigenza.

Pinzette per sopracciglia, quali scegliere

In commercio esistono diversi tipi di pinzette per sopracciglia, vediamo di cosa si tratta e quali sono le migliori.

Partiamo dalle pinzette a punta rettangolare, indicate per chi ha sopracciglia molto robuste, la loro forma permette di raggiungere facilmente la radice e afferrare il pelo senza correre il rischio di spezzarlo.

Un secondo modello di pinzette è quello a punta, che si utilizza per rimuovere i peli incarniti superficialmente.

Le si possono trovare solitamente nei centri estetici e non sono in linea di massima adatte a un uso domestico in quanto la loro forma le rende pericolose.

Pinzette per sopracciglia migliori

Il modello più utilizzato, in genere, è la pinzetta a punta obliqua che permette di togliere più peli nello stesso momento oltre a quelli molto lunghi.

Grazie alla conformazione con presa diagonale, da una perfetta visibilità prima di strappare il pelo superfluo. Se le sopracciglia non hanno però una forma ancora definita, è il caso di procedere con calma per non creare danni troppo visibili.

L’ultimo modello infine, è quello multi funzione, indicato a chi è già esperto del settore e vuole realizzare un lavoro preciso.

Questo tipo di pinzetta, che termina con una punta molto appuntita, è da tenere sempre a portata dato che potrebbe tornarci utile in numerose occasioni.

Come si utilizzano le pinzette per le sopracciglia

Iniziamo subito col dire che le pinzette devono ad uso personale in modo che non entrino mai in contatto con la pelle altrui e altri agenti, per la scelta del materiale è meglio invece orientarsi verso l’acciaio inossidabile di ottima fattura per una questione igienica.

La qualità è fondamentale per far si che il lavoro finale sia il migliore possibile.

Il consiglio è sempre quello di seguire la linea generale della curva naturale, strappando solo i peli in eccesso ma cercando di mantenere la forma per evitare che si creino buchi che diventino poi danni irreparabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *