Siamo insieme su SKY

Come togliere la cera depilatoria

La cera depilatoria è sicuramente uno dei prodotti della cosmesi più utilizzati in assoluto. La cera, infatti, viene utilizzata per l’epilazione, ed è efficace nell’asportare i peli superflui da diverse aree del corpo.

Solida a temperatura ambiente ma densa e viscosa quando sciolta, la cera viene applicata sulla pelle in strati sottili, lasciata solidificare e asportata per rimuovere i peli.

Questa è una resina che viene estratta dagli alberi di pino. In seguito all’estrazione viene trattata con un processo noto come esterificazione, per renderla più facilmente applicabile e per attribuirle le proprietà che conosciamo.

Come togliere la cera depilatoria

Come già detto, però, la cera è molto viscosa, e una volta solidificata non solo è appiccicosa, ma anche più difficile da asportare. Ecco perché molte persone vanno nel panico quando un po’ della cera cade sui vestiti, sul pavimento o su altre superfici della casa.

Tutti coloro che si sono sottoposti alla ceretta fatta in casa hanno sperimentato almeno una volta la sensazione fastidiosa dei vestiti che si attaccano ai residui di cera che restano sulla pelle al termine del trattamento.

E’ bene sapere che vi sono diversi rimedi per rimuovere la cera da cute o superfici. Pertanto, ecco tutto ciò che c’è da sapere a riguardo.

Come togliere i residui di ceretta dalle gambe

Una delle parti del corpo maggiormente soggette alla depilazione sono senza dubbio le gambe. Per fare la ceretta alle gambe per averle lisce e setose in ogni momento dell’anno è una prerogativa fondamentale per molte donne e anche per alcuni uomini.

Come già visto, il fastidio provocato dalle tracce di cera utilizzata che restano sulla pelle può essere piuttosto invadente.

Inoltre, se si intende esibire le proprie gambe, alcune persone potrebbero notare la presenza di sottili strati di macchie di cera decisamente antiestetici.

E’ possibile rimuovere la cera in maniera sicura e senza dover usare un trattamento abrasivo:

  • Che rischia di irritare ancor di più la pelle già stressata dall’applicazione della cera.

Per rimuovere la cera dalla pelle delle gambe, al termine del trattamento si consiglia di pulire a fondo la pelle con:

  • Acqua tiepida.
  • Sapone delicato per la pelle.

A questo punto, per sciogliere gli ultimi residui di cera, è sufficiente applicare poche gocce di olio naturale ai dischetti di cotone e strofinare con delicatezza.

L’olio, infatti, ha la capacità di sciogliere la cera e dunque di rimuoverne gli strati più ostinati. Un consiglio è sempre di usare dopo la ceretta la crema post depilazione o un olio dopo cera per rendere la pelle liscia e morbida.

Come togliere la cera depilatoria dallo scaldacera

Anche lo scaldacera, strumento che viene utilizzato per liquefare la cera, può sporcarsi con la cera ed essere fastidioso oltre che antiestetico.

Anche in questo caso, l’uso dell’olio per sciogliere i residui di cera è più che indicato per rimuoverne le tracce. A seguito dell’applicazione dell’olio, è consigliabile utilizzare un prodotto sgrassante.

Qualora lo strato di cera caduto sullo scaldacera sia più corposo, è necessario intervenire con un solvente per togliere la cera, facendo attenzione:

  • A non danneggiare componenti metalliche o in plastica.

Come togliere la cera depilatoria dai vestiti

Certamente, la caduta della cera depilatoria sui vestiti (anche se si tratta di abiti da lavoro) è una disdetta ben più importante. Questo perché è sconsigliabile utilizzare l’olio sui vestiti, in quanto quest’ultimo potrebbe lasciare aloni difficili da rimuovere o, più in generale, danneggiare i tessuti.

Anche per i vestiti, comunque, sono disponibili diverse soluzioni che consentono di rimuovere la cera in eccesso. Uno di questi consiste nell’utilizzare il calore sprigionato, per esempio, dal ferro da stiro.

A tal proposito, è bene procurarsi dei fogli di giornale o di carta bianca. È necessario applicare il foglio di carta sulla parte sporca di cera, poggiare il ferro da stiro ben caldo, senza però utilizzare il vapore.

Man mano che la cera si scioglierà, passerà a contatto con la carta, che andrà dunque sostituita con frammenti puliti. Una volta che tutta (o maggior parte) la cera sarà stata rimossa con questo metodo, è sufficiente detergere il capo in lavatrice utilizzando i comuni detersivi.

Se a seguito del lavaggio è possibile notare la presenza di aloni, è sufficiente applicare un po’ di alcool e strofinare con un batuffolo di cotone. A seguito di questo trattamento, tutti gli aloni dovrebbero sparire, così come l’etanolo.

Come togliere la cera della ceretta dal pavimento

Se la cera della ceretta è caduta sul pavimento, anche in questo caso non c’è da preoccuparsi, ma bisogna adottare metodi diversi a seconda del materiale di cui è composto il pavimento.

Se ad esempio il pavimento è in gres porcellanato, in marmo o in altri tessuti simili (e non assorbenti), per rimuovere la cera è possibile:

  • Utilizzare il metodo opposto rispetto a quello impiegato per i vestiti, cioè il freddo.

In tali casi, ad esempio, è consigliabile applicare un panno e adagiarvi sopra dei cubetti di ghiaccio. Il ghiaccio, infatti, farà solidificare la cera, la quale potrà essere asportata facilmente. Infine, per rimuovere i residui di cera, è sufficiente lavare il pavimento con il detersivo per i pavimenti comunemente utilizzato.

Se la cera depilatoria fosse caduta su un pavimento delicato come il parquet, è bene intervenire per asportare la cera, evitando che si leghi saldamente al pavimento.

A tal proposito, è possibile cospargere l’area con dell’alcol denaturato al 95%. L’applicazione dell’alcol farà infatti slegare la cera, che potrà dunque essere asportata. Per rimuovere i residui, invece, è possibile usare uno spazzolino da denti (da usare con delicatezza), le cui setole devono essere immerse nell’etanolo.

Come togliere la depilatoria dalle mani

Nel caso delle mani, la cute è più delicata, quindi è necessario dedicarle qualche accortezza in più.

Anche nel caso delle mani vale il consiglio di detergerle con acqua tiepida e sapone delicato, nonché di applicare un olio per rimuovere i residui.

A seguito dell’applicazione dell’olio, si consiglia anche di detergerle nuovamente e di asciugarle con asciugamani monouso così da non ungere quelli di cotone. In questo modo, infatti, sarà possibile rimuovere le tracce di olio che rischiano di ungere tutti gli oggetti che vengono toccati (vestiti inclusi).

Se dei frammenti di cera finiscono sotto le unghie, si consiglia di utilizzare (con attenzione) uno stuzzicadenti imbevuto nell’alcol. In questo modo, i residui di cera si scioglieranno e potranno essere asportati molto facilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.