Siamo insieme su SKY

Come usare il vaporizzatore per la pulizia del viso

Il vapore caldo è una grande risorsa. Veniva impiegato dagli antichi Greci e dai Romani per la salute e la bellezza del corpo, nonché per vivere piacevoli momenti di relax. Oggi viene usato per la pulizia efficace del viso e per ottenere una pelle più fresca, luminosa e raggiante.

I vaporizzatori viso liberano i pori della pelle dalle impurità, migliorano la circolazione sanguigna, rimuovono il trucco, ma al tempo stesso apportano tanti benefici.

Il dispositivo produce un getto delicato di vapore tiepido a cui è possibile aggiungere degli oli essenziali o estratti di piante officinali, per ottenere l’effetto o la terapia desiderati.

Jennifer Aniston o Jennifer López hanno raccontato di utilizzare questo strumento di bellezza, in grado di rendere tutti i tipi di pelle visibilmente più giovani e luminosi.

Come usare il vaporizzatore per la pulizia del viso

Cos’è e a cosa serve il vaporizzatore per la pulizia del viso

Trattamento di bellezza per eccellenza, il vaporizzatore è una delle apparecchiature termiche più utilizzata nei centri estetici.

Favorisce la vasodilatazione, migliora l’ossigenazione dei tessuti, stimola l’apertura degli ostiofollicolari rimuovendo le cellule morte della pelle e la sporcizia accumulata durante il giorno a causa dello smog. Inoltre, facilita la penetrazione dei principi attivi delle sostanze cosmetiche.

È costituito da una base elettrica provvista di:

  • Serbatoio da riempire con acqua.
  • Maschera su cui poggiare il viso.
  • Braccio orientabile nel caso dei vaporizzatori professionali ad ozono.

Questi ultimi, infatti, sono riservati ai centri estetici e utilizzano il gas non tossico e privo di effetti collaterali per liberare i batteri dalla pelle e ammorbidirla. Contribuiscono a rivitalizzare l’aspetto della pelle e a migliorare la circolazione sanguigna.

I vaporizzatori per la pulizia del viso di tipo domestico sono meno professionali di quelli ad ozono, ma non per questo scarsamente efficaci. Il getto di vapore emesso è leggero, sicuro e consente di liberare la cute da punti neri e impurità depositate sulla superficie cutanea.

Quali benefici apporta il vaporizzatore per la pulizia del viso

E’ importante approfondire a cosa serve il vaporizzatore viso in quanto potenzia l’effetto dei prodotti per la pulizia del viso. Apporta diversi benefici tra cui:

  • Maggiore idratazione.

Il vapore acqueo prodotto combatte la secchezza cutanea e idrata in profondità.

  • Minimizzazione delle rughe.

L’uso frequente del dispositivo consente una rapida trasformazione della pelle che, da invecchiata e segnata dal tempo, appare molto più levigata, liscia, riempita e luminosa.

  • Stimolazione della circolazione sanguigna.

Il vapore migliora l’irrorazione dei capillari e del flusso sanguigno con un notevole beneficio per la pelle.

  • Rilassamento dei muscoli facciali.

Il getto prodotto aiuta a contrastare lo stress.

  • Rimozione delle impurità.

Dilatando i pori, il vaporizzatore consente una facile eliminazione delle cellule morte e dei più comuni inestetismi del viso quali: punti neri, brufoli, acne e problemi alla pelle di vario tipo.

  • Prevenzione dell’invecchiamento della pelle.

Il trattamento consente all’epidermide di rinnovarsi più rapidamente.

  • Aumento dell’umidità della cute.

Il vapore facilita anche la doppia detersione profonda e l’assorbimento dei principi attivi utilizzati per il trattamento.

Come usare il vaporizzatore viso

Prima dell’uso, è consigliabile detergere la pelle del viso anche con saponi naturali delicati e acqua tiepida.

Tamponare, quindi, con asciugamani monouso e riempire il serbatoio del vaporizzatore con acqua distillata, per evitare la formazione di calcare. È possibile aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale dalle proprietà purificanti e lenitive.

Accendere il dispositivo e attendere che sia pronto per l’emissione del vapore. Avvicinare il viso e lasciare agire per 5-10 minuti, in base alla sensibilità della pelle. Al termine del trattamento picchettare il viso e svuotare il serbatoio. Lasciare asciugare completamente l’unità prima di riporla nella confezione originale e conservarla.

Adesso l’epidermide risulta molto più ricettiva a creme viso, ad oli e scrub viso. I pori dilatati, infatti, contribuiscono (come dicevamo in precedenza) ad accogliere i principi attivi.

Molte donne abbinano al trattamento con il vapore anche l’uso di una spazzola per la pulizia del viso, ottenendo un’esfoliazione completa dalle cellule morte e rimuovendo comedoni e brufoli.

In tanti si chiedono quante volte è possibile fare il vapore al viso, il suggerimento è quello di effettuare questo trattamento non più di due volte alla settimana.

Controindicazioni

I principali effetti collaterali sono dovuti all’utilizzo non corretto del dispositivo. Il vaporizzatore, infatti, non ha alcuna controindicazione ad eccezione delle pelli affette o tendenti alla couperose. Per queste è consigliata un’esposizione non troppo prolungata al vapore acqueo, coadiuvata dall’uso di prodotti per il trattamento viso.

Inoltre, è bene coprire le aree più sensibili del volto con delle cialde di cotone imbevute di tonico decongestionante. Per tutti gli altri tipi di pelle, si consiglia di non prolungare i tempi di esposizione al getto, alternando con dei movimenti del capo la vicinanza tra il vaporizzatore facciale e il viso.

Al termine, va applicata una crema viso idratante sulla pelle per ridurre il rischio di una possibile ipersensibilità.

I migliori vaporizzatori per la pulizia del viso

Il Vaporizzatore Viso da Tavolo è attualmente tra i migliori in commercio per una sauna facciale. Per uso professionale ma anche uso domestico è provvisto di un braccio allungabile e di un sistema che consente il riscaldamento rapido dell’acqua.

Al termine della riserva, il dispositivo si spegne da solo evitando così danni alla resistenza e al termostato di lavoro. Alla fine del trattamento estetico, si consiglia di applicare il latte detergente arricchito con estratto di Bacche di Goji e Succo di Aloe Vera biologici dalle proprietà antiossidanti ed idratanti.

In alternativa, ottimo il tonico viso della linea Ebrand Pro Cosmetics dalle proprietà antiossidanti. Il prodotto garantisce un’immediata sensazione di freschezza e luminosità.

In caso di pelle impura, è possibile abbinare il tonico viso purificante bio della linea Advance Pro formulato con:

  • Biotina.
  • Acido Mandelico.
  • Estratto di Tè Verde biologico.
  • Vitamina E.
  • Glicerina Vegetale.
  • Allantoina dall’azione emolliente.

Anche la pelle grassa appare fin da subito fresca e ben levigata.

Vaporizzatori più utilizzati dai professionisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.