Cura del piede: i maggiori problemi, le regole ed i gesti per mantenerli sani e belli.

La salute del piede è importantissima per il nostro benessere psicofisico: quando i nostri piedi non sono a “posto”, viene compromesso il nostro equilibrio, la nostra capacità di stare con gli altri oltre che quella di muoverci liberamente.

Per questo è importante, dopo una giornata stressante, prenderci del tempo per la cura di noi stessi ed i nostri piedi.

Ma quali sono le principali patologie del piede, e come prevenirle?

Secondo un’indagine Ipsos, le donne sono molto più attente alla cura del piede rispetto agli uomini, questo perché le fa sentire meglio con loro stesse e con gli altri. Il periodo in cui se ne prendono maggiormente cura è ovviamente l’estate, perché il piede è più esposto, ma è essenziale dedicarsi al foot care almeno una volta ogni 15 giorni.
L’indagine rivela che i disturbi del piede sono in aumento, soprattutto a causa dei ritmi stressanti, scarpe scomode e tacchi troppo altri.

Ma quali sono i principali disturbi?

Essi possono tre aree principali, vediamolo secondo l’ordine di maggiore incidenza.

Disturbi area Care:
. Piedi stanchi e doloranti.
. Talloni doloranti
. Ispessimento della pelle
. Pelle secca
. Cattivo odore
. Piedi freddi
. Eccessiva sudorazione

Questi sono disturbi molto diffusi ma, ad eccezione del cattivo odore e dell’eccessiva sudorazione, sono percepiti, erroneamente, come poco rilevanti. Niente di più errato: ispessimento della pelle, pelle secca, dolori sono sintomi e preludio di problemi più seri e fastidiosi che vedremo in seguito.

Disturbi area Confort:
. Pianta del piede dolorante causa Tacchi.
. Dolori ai talloni.
. Dolori posturali.
. Alluce Valgo
. Piede piatto

L’incidenza di questi disturbi è più bassa ma sono percepiti come più gravi ed invalidanti.

Patologia dell’area AID:
. Calli
. Bolle e vesciche
. Unghie incarnite
. Problemi di circolazione
. Micosi delle Unghie

I primi due disturbi sono i più diffusi ma percepiti come leggeri, mentre gli ultimi sono i meno diffusi ma percepiti come più rilevanti.

Quali sono i comportamenti da adottare per avere un piede sano e prevenire fastidi e problemi?

Ecco delle facili e sane regole da seguire, come l’utilizzo di attrezzi pedicure dedicati, per avere un piede sempre perfetto:

– Tieni sempre sotto controllo i tuoi piedi affinché non ci siano lacerazioni, calli o callosità fastidiose provocate, ad esempio, dall’uso prolungato di calzature scomode. Questi inestetismi, che a volte possono formarsi anche in zone piccole, ostinate e difficili da individuare, con il tempo se trascurate possono divenire fastidiosi.

– Lavare i piedi quotidianamente e con detergenti delicati. La cute dei piedi è più secca, assottigliata e disidratata. Per una salute ottimale del piede quindi, e rendere la cute più morbida ed elastica è consigliabile un detergente poco aggressivo.

– Asciugare con cura i piedi dopo averli lavati. Macerazioni cutanee o micosi, che causano dolore e deterioramento delle unghie, sono causate dall’eccessiva e prolungata umidità negli spazi interdigitali, che va eliminata con una buona asciugatura.

– Tagliare le unghie ad angolo retto (evitando quindi di smussare gli angoli) al fine di evitare l’unghia incarnita.

– E’ importantissima l’idratazione con creme idratanti ed emollienti, in particolare dopo la doccia, soprattutto nella zona del calcagno. Questo per mantenere le proprietà meccaniche e chimico fisiche della pelle, visto che con il tempo la proprietà della cute di trattenere acqua si deteriora quindi è importante un’attenzione costante.

– Per prevenire la disidratazione, durante l’esposizione al sole usare dei filtri solari.

– A chi soffre di eccessiva sudorazione (iperidrosi plantare) o cattivo odore (bromidrosi) – che colpisce frequentemente chi pratica sport, gli anziani, chi è sottoposto a stress psico-emotivi – si consiglia:
o Igiene più frequente
o Utilizzo di saponi poco aggressivi
o Deodoranti naturali
o Calzature traspiranti e non occlusive
o Calzini in cotone senza coloranti

– Fai dei pediluvi per combattere stanchezza alle gambe ed ai piedi. Il pediluvio deve avere una durata massima di 10 minuti, e deve essere effettuato con acqua tiepida