Gonfiore gambe: cause e rimedi cosmetici

Le gambe gonfie sono un fastidioso inestetismo che si presenta con maggior prevalenza nelle donne e durante la stagione calda. Spesso infatti tale condizione è causata dall’accumulo di liquidi (ossia la ritenzione idrica) oppure da patologie più gravi.

Se costante e ricorrente, il gonfiore alle gambe con conseguente pesantezza e formicolio, può costituire un indicatore di problematiche legate alla circolazione sanguigna.

Molti di coloro che soffrono di gambe gonfie lamentano inoltre un peggioramento la sera. Questo accade poiché, dopo una lunga giornata, i liquidi provenienti dai vasi sanguigni e dal sistema linfatico si accumulano creando il cosiddetto edema periferico poiché localizzato proprio in una specifica area.

In sintesi, il sangue non riuscendo a risalire verso il cuore a causa dell’affaticamento del sistema linfatico, ristagna nelle gambe favorendo accumuli di liquidi nei muscoli.

Un semplice test può quindi aiutare a capire se si soffre di questa particolare condizione: premendo con un dito sulla gamba, se rimane una sorta di fossetta, conosciuta anche con il nome di fovea, si ha la conferma di soffrire delle fastidiose gambe gonfie.

Gonfiore gambe: cause e rimedi cosmetici

Cosa può causare il gonfiore alle gambe

Il gonfiore alle gambe se moderato e sporadico rappresenta una condizione benigna. Tuttavia è bene prestare attenzione alla frequenza e al livello di gonfiore affinché sia possibile distinguere tra normalità, inestetismo e patologia.

Come accennato, infatti, tale condizione si manifesta frequentemente nelle donne adulte. Tuttavia se compaiono frequentemente i sintomi delle gambe gonfie è opportuno rivolgersi al proprio medico per escludere che si tratti di malattie che richiedono approfondimenti specialistici.

Il ristagno di liquidi nelle gambe può infatti essere uno dei sintomi di patologie a carico dei reni, della tiroide, del sistema cardiovascolare e di quello linfatico. Escluso tutto ciò è possibile trattare il gonfiore come una comune problematica estetica.

Principali cause del gonfiore delle gambe

Postura scorretta

Stare in piedi o sdraiati per molte non permette al sangue di circolare correttamente a causa della forza di gravità.

Sedentarietà

La mancanza di movimento ed esercizio fisico è una delle principali cause dell’accumulo di liquidi. La forza di gravità non permette infatti al sangue di tornare verso l’alto che così ristagna nelle vene. Tale pressione favorisce la fuoriuscita di liquidi nei tessuti e nei muscoli.

Gravidanza

Durante i mesi di gestazione, il peso dell’utero grava sulle vede del bacino non consentendo così il normale scorrimento del sangue. Il gonfiore alle gambe cessa tuttavia poco dopo il parto. È tuttavia importante ricordare che, le gambe gonfie in gravidanza possono altresì rappresentare un sintomo di patologie come la gestosi ed è pertanto sempre consigliabile rivolgersi al proprio ginecologo;

Menopausa

A causa della diminuzione del livelli di estrogeni, principali responsabili del drenaggio dei liquidi in eccesso nei tessuti, si formano accumuli e ristagni localizzati.

Come eliminare il gonfiore alle gambe

Nella stagione estiva, quando si pratica sport o si trascorrono lunghe ore in piedi le gambe possono apparire gonfie e pesanti.

Non solo, può capitare che pantaloni attillati, tacchi, una vita sedentaria, gli sbalzi ormonali o un appoggio plantare errato possano acuire questa sindrome rendendo tale fastidio invalidante e talvolta doloroso.

Per questa ragione occorre sapere come trattare questa problematica applicando semplici regole e scegliendo i trattamenti più adeguati. Nello specifico, per quanto riguarda la vita quotidiana è possibile minimizzare la sensazione di gambe gonfie prestando attenzione a:

  • Svolgere attività fisica tutti i giorni, per almeno 30 minuti a sessione, prediligendo la camminata alla corsa.
  • Seguire un regime alimentare bilanciato, assumendo frutta e verdure regolarmente.
  • Evitare abbigliamento attillato, specialmente jeans skinny.
  • Evitare tacchi alti e sottili.
  • Indossare solette in gel per accompagnare il passo e scaricare correttamente il peso sulle gambe.
  • Utilizzare calze elastiche o indumenti a compressione graduata;
  • Riposare posizionando un cuscino sotto le gambe per stimolare la circolazione.

Per quanto riguarda invece i trattamenti che si possono effettuare all’interno dei centri estetici è possibile annoverare:

Massaggi linfodrenanti

questa tipologia di trattamento, effettuata esclusivamente dai professionisti, prevede un profondo massaggio alle gambe che stimola la circolazione donando sollievo agli arti appesantiti;

Applicazione di creme e gel rinfrescanti

Le creme e i gel ad effetto freddo, generalmente realizzati con olio essenziale di mente ed eucalipto, sono l’ideale per donare alle gambe freschezza e leggerezza.

Infatti, le proprietà balsamiche degli ingredienti, combinati ad un massaggio, sono in grado di riattivare il microcircolo fungendo da vasocostrittori. In questo modo cosce, polpacci e caviglie appariranno meno gonfi già dopo la prima applicazione;

Bendaggi

I bendaggi anticellulite drenanti ad effetto freddo, generalmente utilizzati per trattare gli inestetismi della cellulite, sono perfetti per eliminare i liquidi in eccesso, assottigliando le gambe e conferendo una piacevole sensazione di freschezza.

Sarà compito dell’estetista svolgere correttamente il trattamento imbevendo le garze con il prodotto adeguato.

Ritenzione idrica e gambe gonfie

Il disturbo delle gambe gonfie è spesso connesso alla ritenzione idrica, anche localizzata. Infatti, l’accumulo di liquidi a livello muscolare può generare edemi e dolore agli arti inferiori.

Inoltre, il ristagno di sangue genera spesso una concentrazione di liquidi nei tessuti rendendo complesso il lavoro di drenaggio del sistema linfatico.

In questo caso è importante utilizzare trattamenti ad effetto freddo, come gel o bendaggi, per contrastare la dilatazione dei vasi sanguigni.

Tra le numerose cause di ritenzione idrica e gambe gonfie è necessario citare anche la gravidanza. Infatti l’aumento di peso, concentrato nella zona dell’addome, può generare non solo una postura errata ma anche influire sul bacino, limitando di conseguenza la circolazione sanguigna.

Infine, il sovrappeso e una vita sedentaria rientrano anch’esse tra le cause di questo fastidioso problema. Qualunque sia la condizione scatenante è necessario che il professionista selezioni il trattamento più adeguato, tra bende monouso, massaggi anticellulite e l’utilizzo del liquido per bendaggi a freddo.

L’obiettivo è sempre quello di favorire e stimolare la corretta circolazione, agendo dall’esterno a livello meccanico o attraverso i principi attivi contenuti nei prodotti cosmetici. Sarà dunque compito dell’esperto consigliare ciò che più si adatta alle esigenze del cliente.

Prodotti consigliati contro il gonfiore delle gambe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *