Il Massaggio Linfodrenante

Il massaggio linfodrenante dalla durata di almeno un’ora. Si basa su movimenti blandi, ritmici e costanti ed una pressione  morbida, movimenti utili a favorire il flusso linfatico. È molto piacevole e, già dopo due o tre sedute, il paziente può avvertirne i benefici.

La linfa infatti, a differenza del sangue non viene pompata dal cuore: si muove esclusivamente  grazie alla stimolazione che proviene dalle contrazioni muscolari. La linfa è un liquido biancastro che scorre in tutto il nostro corpo, all’interno dei vasi linfatici, raccogliendo quelle  scorie e tossine che non vengono assorbite attraverso i capillari.

Il massaggio linfodrenante inizia  dal collo, continuando verso le orecchie, il centro del viso e le zone laterali della testa, passando poi al corpo. Va a toccare, dunque, le mani e le braccia, passando per le ascelle, coinvolgendo la zona inguinale, le ginocchia, le cosce, le caviglie e tutto il piede.

Inguine,  ascelle e  collo sono i punti più importanti del massaggio linfodrenante, infatti è proprio qui che si formano i nodi ovvero i punti del corpo dove la linfa viene purificata:

Sono molti i vantaggi del massaggio linfodrenante:

  • Combatte la cellulite
  • Migliora i piedi gonfi
  • Gonfiore da gravidanza e sindrome premestruale
  • Attenua le cicatrici
  • Contrasta acne e couperose
  • Utile dopo gli interventi chirurgici