Siamo insieme su SKY

Oli essenziali biologici: proprietà, cosa sono e a cosa servono

Ci sono tantissime tipologie di oli essenziali biologici che oggi vengono sfruttati per consentire di ritrovare benessere fisico e psicologico.

Fin dall’antichità l’uomo ha utilizzato le piante per estrarre da essere oli essenziali che venivano usati per scopi terapeutici e non solo.

Vediamo quali sono le principali caratteristiche, le proprietà e benefici degli oli essenziali biologici..

Olio essenziale biologico lavanda

Caratteristiche degli oli essenziali biologici

Si parla molto spesso gli oli essenziali puri ma si conosce davvero poco della materia se non alcune semplice caratteristiche dei più diffusi oli. Innanzitutto c’è da sapere che gli oli essenziali sono delle molecole presenti in tantissime specie di piante tra cui soprattutto quelle aromatiche.

Gli oli essenziali vengono di fatto prodotti dalla pianta e garantiscono degli effetti straordinari sul benessere fisico e psicologico dell’uomo oltre che garantire un profumo intenso e gradevole.

Per sfruttarne le caratteristiche si deve effettuare la cosiddetta operazione di estrazione degli oli che poi vengono sintetizzati nelle piante per diversi scopi.

Le caratteristiche sono diverse perché dipende dalla tipologia di olio che si sta utilizzando e dal risultato finale che si vuole conseguire. Sono, ad ogni modo, delle miscele complesse prodotte direttamente dalle piante e spesso accumulate in specifici organi e tessuti.

Proprietà oli essenziali

Le proprietà degli oli essenziali sono davvero tantissime a seconda della tipologia di pianta da cui vengono estratti.

Ad esempio, possono prevedere delle azioni benefiche sull’apparato cardiocircolatorio, su quello digerente, sul sistema nervoso. Soprattutto per dare un importante aiuto ad avere riscontri ottimali in tema di estetica e benessere.

Se si utilizza l’arancio dolce si può ottenere un effetto drenante che permette di eliminare i liquidi in eccesso e stimolante e riattivare la circolazione linfatica. Questo genere di olio essenziale viene molto utilizzato quando si effettuano massaggi tonificanti per contrastare la ritenzione idrica che è la principale nemica di chi:

  • Vuole eliminare e prevenire la cellulite e soprattutto i gonfiori che si presentano puntualmente sugli arti inferiori durante la bella stagione.

L’arancio dolce, peraltro, dispone di un potere energizzante molto apprezzato dalle donne.

Viene gestito e usato con un vaporizzatore viso per effettuare trattamenti di pulizia del viso, eliminando tutte le tossine.

Utilizzo

L’olio essenziale dell’avocado, invece, ha un effetto nutriente, addolcente ed eudermico. Anche questa tipologia di olio essenziale viene utilizzata per effettuare dei massaggi, questa volta rivolti principalmente al viso per contrastare le rughe.

In campo estetico si utilizza per eseguire la manicure professionale. E’ adatto per vari tipi di pelle in quanto ha la capacità di nutrire in profondità la cute donando vitamine importanti.

Si dimostra perfetto anche per le pelli secche e offre un’azione straordinaria soprattutto se viene combinato con dell’olio di jojoba.

L’olio essenziale di lavanda che molti ritengono essere soprattutto una tipologia che offre relax e sensazioni di benessere. In realtà ha altri pregi meno conosciuti ma altrettanto importanti come la sua azione antibatterica e sedativa.

Viene spesso utilizzato per eseguire dei massaggi rilassanti ma sa essere ottimale per:

  • Effettuare la pulizia approfondita del viso.
  • Garantire un risultato importante per chi si sottopone all’aromaterapia.

Per chi invece soffre di patologie che colpiscono in maniera indiscriminata la pelle come le dermatiti, l’acne, le bruciature oppure anche una semplice screpolatura:

  • La migliore opzione è scegliere dei prodotti con olio di patchouli.

Si tratta di un famoso olio orientale che ha proprietà stimolanti ed energizzanti. Viene usato per rimediare ai danni che sono stati causati da queste patologie appena elencate ed è adatto per le pelli più sensibili mantenendole idratate e rilassate.

Per chi vuole purificare, invece, la pelle e ottenere un effetto antisettico, l’olio essenziale di timo è certamente l’opzione più adatta. Si dimostra efficace nella prevenzione e nella cura dell’acne e viene usato anche per la pulizia del viso.

Non a caso leggendo le confezioni di vari prodotti di cosmetica pensati per il viso ci si ritrova con l’olio di timo nell’elenco. Queste sono le principali proprietà degli oli essenziali che tuttavia vanno usati da professionisti impeccabile nelle giuste dose per non incappare in effetti deleteri.

Benefici

Gli oli essenziali hanno sempre accompagnato la tradizione, soprattutto orientale, per quanto riguarda i trattamenti di benessere e quelli terapeutici. Una lunga storia millenaria basata sui mille benefici dei vari oli essenziali.

I benefici che si possono ottenere dipendono ovviamente dalla tipologia di olio essenziale e soprattutto dalla pianta dal quale viene estratto.

Il timo è perfetto per contrastare l’acne oppure per purificare la pelle. Mentre ci sono altri oli come quello di avvocato che non solo sono nutrienti per la pelle ma:

  • La rendono ancora più morbida e contrastano le rughe sul viso.

L’olio essenziale viene apprezzato per il suo profumo intenso ma è anche un olio balsamico, stimolante e riscaldante.

Utilizzo

  • Rilassare le muscolatura.
  • Ritrovare le giuste forme.

Ma anche in ambito sportivo per eseguire:

  • Trattamenti e massaggi decontratturanti allo scopo di minimizzare i tempi di recupero da un infortunio.

Si usa inoltra per purificare le pelli impure e tonificare per cui viene scelto per chi deve sottoporsi ad una seduta di massaggi per contrastare la cellulite.

L’olio di cannella invece è tra i più usati per eliminare quella fastidiosa sensazione di pelle a buccia d’arancia. Questo genere di olio ha un potere energizzante e scaldante per cui di fatto:

  • Attiva e migliora la circolazione periferica.
  • Porta più ossigeno in queste zone del corpo.

Il che è un grande vantaggio per i tessuti che ne beneficiano eliminando quel fastidioso effetto a buccia d’arancia.

Molto spesso, l’olio di cannella viene unito all’olio di mandorle per effettuare dei massaggi anticellulite.

Da sottolineare che gli oli essenziali permettono benefici anche al di fuori del campo estetico e soprattutto sono molto usati per problematiche di salute.

Ad esempio, garantiscono un’azione funzionale sul sistema nervoso aiutano l’apparato digerente offrendo un’azione antispasmodica e antifermentativa.

Inoltre ci sono molti studi che hanno dimostrato che gli oli essenziali sono molto utili per l’apparato cardiocircolatorio, per il sistema endocrino e quello immunitario oltre all’apparato polmonare.

Quali sono i migliori oli essenziali biologici

Difficile poter elencare i migliori oli essenziali perché come succede in questo genere di valutazione, a prescindere dal settore di applicazione:

  • La scelta deve essere effettuata in base alle specifiche esigenze.

L’olio da scegliere dipende dal risultato che si si prefigge di conseguire. Se si vuole fruire di un massaggio tonificante che permetta di contrastare la ritenzione idrica non c’è dubbio che bisogna scegliere l’olio di arancio dolce:

  • Garantisce quel necessario potere energizzante.
  • Stimola la circolazione linfatica.
  • Evita che ci sia una sorta di ristagno dei liquidi.

Se invece si vogliono contrastare delle problematiche piuttosto comuni della pelle come la screpolatura ma anche le bruciature l’olio al Patchouli è certamente un’opzione da prendere in considerazione.

Se invece si vuole eliminare quanto prima un rossore dovuto, ad esempio, ad una depilazione non eseguite in maniera impeccabile si può scegliere l’olio Tea Tree che ha:

  • Un potere antibatterico.
  • Un profumo intenso ed energizzante.

A prescindere dalla tipologia di olio essenziale, il principale consiglio è quello di acquistare oli puri ossia non diluiti e non adulterati.

Per questo motivo bisogna rivolgersi all’estetista che metterà a disposizione prodotti di grande qualità per sfruttare al meglio le proprietà di ogni singolo olio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.