Siamo insieme su SKY

Per quanto tempo si possono portare le extensions alle ciglia

Si tratta di una delle domande più frequenti che ci vengono rivolte durante i corsi.
Sentiamo spesso parlare di quanto durano, quanto costano, come si mantengono e se rovinano o meno le ciglia.

E’ giunto il momento di approfondire per quanto tempo si possono indossare ininterrottamente.

Per quanto tempo si possono portare le extensions alle ciglia

Vediamo dunque di comprendere meglio: per quanto tempo si possono portare le extensions alle ciglia? Iniziamo specificando che non esiste un tempo predefinito ed uguale per tutte. Dipende da molti fattori, vediamo insieme i principali:

  • Dalla struttura delle ciglia naturali: come sappiamo, non tutte le ciglia sono uguali. C’è chi ha ciglia molto lunghe ma fragili, chi le ha corte e sottili, infine le più fortunate, che hanno ciglia grosse e resistenti.

Va da sé che nell’ultimo caso, se le extensions sono fatte bene, le extensions potranno essere indossate in maniera continuativa per più tempo. Nei primi due casi, invece, è compito della professionista che le applica, verificare lo stato di salute delle ciglia e degli occhi, in occasione dei ritocchi mensili. Al primo segnale di stress delle ciglia, l’operatrice consiglia una pausa, che può variare in base allo stato di salute delle ciglia.

  • Dal grado di tolleranza della pelle e degli occhi alla colla per extensions: siamo esseri unici, e come tali abbiamo caratteristiche ed esigenze diverse. Anche la nostra pelle ed i nostri occhi non reagiscono tutti allo stesso modo. Ci sono occhi particolarmente sensibili, infatti, che dopo qualche mese di applicazione continuativa, iniziano a sviluppare un’ipersensibilità al prodotto. Non succede molto frequentemente per fortuna, ma tuttavia succede. Al primo cenno di ipersensibilizzazione è importante fare una pausa, per evitare possibili reazioni allergiche future. In quel caso è consigliabile approfondire le cause (cure farmacologiche in corso, abbassamento delle difese immunitarie, allergie stagionali che sensibilizzano particolarmente gli occhi, periodi particolarmente stressanti ecc.) prima di riprendere con un nuovo trattamento. 
  • Dalla qualità del trattamento: migliore è la qualità del trattamento fatto, sia in termini di prodotti, ma soprattutto di tecnica e competenza applicativa, maggiore sarà il tempo che le extensions possono essere indossate senza pausa. Un trattamento eseguito a regola d’arte, che rispetta alla lettera tutte le tecniche ed i protocolli, può essere indossato per molto più tempo rispetto ad un trattamento di media o addirittura bassa qualità. 
  • Dalla cura del mantenimento a casa: molte persone pensano che le extensions non vanno assolutamente toccate o bagnate, ed in parte è un pensiero corretto. Nelle prime quarantotto ore, infatti, non bisogna bagnarle, ed è sempre vietato stropicciare gli occhi o torturare le ciglia come passatempo. Tuttavia, per garantire un trattamento duraturo e per la salute degli occhi, è fondamentale che le extensions vengano lavate quotidianamente con prodotti e accessori specifici. In questo modo, oltre a far durare di più il trattamento, si tengono lontane infiammazioni e infezioni, che potrebbero causare reazioni allergiche, causando in questo modo una pausa forzata che può durare anche diversi mesi. 
  • In caso di tricotillomania: questa patologia, che consiste nello strapparsi le ciglia, è più diffusa di quanto si pensi. Spesso chi ne soffre non ne è consapevole, e tortura le proprie povere ciglia soprappensiero. Una tecnica esperta si accorge immediatamente, già dopo una prima analisi delle ciglia, e generalmente non esegue il trattamento. Capita tuttavia, che in caso di poca esperienza, o di particolare insistenza da parte della cliente, il trattamento venga eseguito comunque, in quel caso non sarà possibile mantenerlo per molto tempo, perché generalmente le extensions peggiorano questo “vizio” rischiando di rovinare ancor più le ciglia naturali.

Abbiamo visto dunque, che sono diversi i fattori che determinano per quanto tempo si possono indossare le extensions ininterrottamente, possiamo però cercare di approssimare un tempo di massima, che suddividiamo per tipologia di ciglia:

  • In caso ciglia lunghe ma fragili: circa 6 – 8 mesi, se non ci sono altri fattori concomitanti tra quelli menzionati sopra.
  • In caso di ciglia corte e sottili: circa 8 -10 mesi. Ebbene sì, le ciglia corte e sottili possono reggere il trattamento senza problemi per più tempo delle ciglia lunghe e fragili, ovviamente con delle extensions adeguate alla tipologia di struttura delle ciglia.
  • In caso ciglia grosse e resistenti: circa 12- 15 mesi. Le privilegiate che hanno questo tipo di ciglia naturali, possono godersi il trattamento per più tempo senza pause, se non ci sono altri fattori concomitanti che causano altri limiti.

Le pause cicliche invece hanno generalmente una durata dai due mesi ai sei mesi, in base al tipo di problematica o inconveniente riscontrato.

Le amanti delle extensions a tutti i costi staranno rabbrividendo, ma una pausa inferiore ai due mesi, oltre a non servire a nulla, rischia di rimandare il problema e aggravandolo, costringendo ad una pausa ancora più lunga prima di poter applicare nuovamente le extensions.

In fine, è sempre consigliabile di approfittare del periodo di pausa per prendersi cura delle ciglia con specifiche lozioni ristrutturanti e alla cheratina, che le nutrono, le rimpolpano e le idratano, per poter godere al più presto di un nuovo magnifico trattamento di extensions, ancora più bello e duraturo! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.