Quante volte fare il vapore al viso

Il bagno di vapore è un trattamento largamente utilizzato all’interno dei centri estetici professionali per effettuare una corretta pulizia del viso.
Grazie alle sue straordinarie capacità, infatti, esso può essere impiegato per depurare la pelle, rimuovere le imperfezioni o come vero e proprio detossinante.
La particolare combinazione di umidità e calore permette di aprire i pori della pelle, consentendo così alla professionista di rimuovere le impurità per ottenere una pelle liscia, luminosa e tonica.
Tuttavia, pur non richiedendo prodotti chimici, il vapore deve essere impiegato con moderazione da una persona esperta che sappia massimizzarne gli effetti e scongiurare eventuali danni come scottature o rossori.

Quali sono i benefici dell’utilizzo del calore

Esponendo la pelle del viso ad una fonte di vapore, i pori della pelle tendono a dilatarsi progressivamente.
In questo modo, utilizzando degli appositi strumenti, è possibile rimuovere le impurità che generano brufoli, punti neri e ingrigiscono l’incarnato.
Allo stesso modo occorre ricordare che il vapore permette di ridurre la presenza di batteri e germi che si depositano nei pori e favoriscono la comparsa di alcuni disturbi come l’acne.
L’effetto viene poi acuito da una profonda pulizia che permette di ottenere un risultato eccellente.
Un’altro vantaggio dell’utilizzo del vapore al viso è senza dubbio da ricercarsi nella microcircolazione.
Quest’ultima trova particolare giovamento a seguito di questa pratica e consente di aumentare la presenza di micronutrienti naturalmente presenti nella cute, migliorandone lo stato di salute e l’aspetto puramente estetico.
Anche la presenza di tossine può essere efficacemente contrastata utilizzando i bagni di vapore. Esse possono favorire non solo la comparsa di rughe ma anche rallentare il ricambio cellulare, conferendo all’incarnato un aspetto spento e poco tonico.
Utilizzando il calore e l’umidità è possibile ridurre la presenza delle tossine e rallentarne la comparsa. In sintesi, i bagni di vapore risultano particolarmente utili per depurare a fondo la pelle e donarle un aspetto sano e fresco.

Come svolgere il trattamento

Occorre ricordare che fare il vapore al viso richiede manualità e tecnica così come i giusti strumenti.
Affinché si possa ottenere un risultato visibile e duraturo è necessario utilizzare un vaporizzatore viso professionale e tecniche specifiche che solo i professionisti sono in grado di applicare correttamente, adeguando il trattamento alle esigenze di ogni cliente.

Il primo step, prima di procedere con il bagno di vapore, è quello di rimuovere makeup e residui di creme o cosmetici applicati in precedenza.
Questo passaggio deve essere effettuato con un dischetto di cotone e uno struccante.
Successivamente, per rimuovere tutte le impurità dal viso è opportuno utilizzare un detergente delicato e dell’acqua tiepida.
Infine basterà tamponare delicatamente per asciugare la pelle. A questo punto è possibile iniziare la pulizia del viso con il bagno di vapore.
Se si utilizza una sauna facciale classica è opportuno riempire il serbatoio con acqua distillata che, a differenza di quella del rubinetto, non contiene residui minerali, come il calcare, o batteri.
Fatta questa operazione sarà sufficiente azionare il macchinario ed attendere che l’acqua raggiunga la temperatura di evaporazione.
Le tempistiche possono variare in base al modello della macchina e alla quantità di liquido inserita ma, in linea generale, non risulta quasi mai più lungo di 5 minuti.
Il trattamento potrà avere inizio quando la bocchetta comincerà ad emettere un vapore denso e costante.
Per effettuare correttamente la pulizia del viso basterà avvicinare il volto a circa 15/20 cm dalla fonte di calore per periodi di 3/4 minuti (il tempo di esposizione potrà prolungarsi di volta in volta).
Sarà l’estetista, in base al macchinario utilizzato, a scegliere per quante volte ripetere la sessione prima di iniziare a lavorare sulla pelle con appositi strumenti.
Non solo, l’estetista dovrà valutare la lunghezza dell’esposizione al vapore anche in base alla tipologia di pelle, alle problematiche presenti e alla sensibilità.
Una volta terminato il trattamento bisognerà tamponare il viso con un panno per asciugare l’eccesso di acqua presente e procedere con i successivi step.
Per un’esfoliazione profonda è possibile procedere effettuando uno scrub viso delicato per rimuovere la pelle morta ed eventuali impurità.
Se il problema sono i punti neri o le impurità depositate nei pori è possibile effettuare una pulizia utilizzando la semplice pressione delle mani nelle zone interessate.
Grazie al vapore, il sebo potrà essere rimosso delicatamente con poche e semplici mosse.
Per i clienti che presentano una pelle secca e sensibile, invece, è preferibile scegliere prodotti nutrienti e idratanti come sieri e creme da applicare con un leggero massaggio tonificante.

Quante volte ripetere il trattamento

Il vapore, come accennato, può apportare numerosi benefici alla pelle. La sauna facciale è quindi un trattamento particolarmente consigliato dagli esperti.
In linea generale, il suggerimento è quello di effettuare questo trattamento non più di due volte alla settimana.
In base alla tipologia di pelle è quindi necessario valutare la frequenza considerando che per le pelli grasse è consigliabile non effettuare più di una sauna alla settimana poiché tale trattamento favorisce la produzione di oli e sebo.
Per ciò che concerne il vapore con annessa pulizia del viso questo dovrebbe essere svolto circa una volta al mese oppure ogni sei settimane.
Il consiglio è quello di valutare la presenza di impurità e di conseguenza quante volte il trattamento può rivelarsi effettivamente utile.
Per ciò che concerne le tempistiche, il volto dovrebbe essere esposto al vapore per circa 10/15 minuti a seduta.
Eccedere potrebbe danneggiare la barriera che protegge la cute e favorire disidratazione e zone secche.
Infine, quando si acquistano dispositivi per la sauna facciale è bene valutare l’eventuale presenza di tasti per regolare la potenza del vapore.
Questo consentirà di ridurre o aumentare l’intensità per effettuare trattamenti adatti alla propria pelle quando lo si ritiene necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *