Siamo insieme su SKY

Ritenzione idrica: che cos’è e come eliminarla

Da sempre nemico numero uno delle donne, la ritenzione idrica è un fenomeno ancora poco conosciuto, ma di certo ampiamente studiato dalla comunità scientifica specializzata nel mondo della cosmesi.

Sono molte le donne che cercano rimedi e soluzioni per contrastare il fenomeno dovuto in parte al proprio patrimonio genetico e in parte ad abitudini errate.

Tuttavia, per poter adottare una soluzione definitiva è necessario conoscere a fondo il problema e, più nello specifico, le sue cause. Ecco, pertanto, tutto ciò che c’è da sapere sulla ritenzione idrica.

Ritenzione idrica

Che cos’è la ritenzione idrica

Prima ancora di rappresentare un difetto estetico, è un vero e problema funzionale, che consiste nella incorretta eliminazione dei liquidi dai tessuti. In linea di massima, è possibile dividere il fenomeno in due macro-categorie:

  • Ritenzione idrica generalizzata, quando interessa i tessuti di tutto il corpo in maniera indistinta.
  • Ritenzione idrica localizzata, se al contrario si verifica in un tessuto particolare o a ridosso di uno specifico organo.

Ovviamente è associata all’accumulo di liquidi nel corpo, i quali diventano stagnanti, e rappresentando un possibile problema. L’obiettivo dei liquidi che circolano nell’organismo umano, infatti, è non solo quello di distribuire i nutrienti in maniera capillare, ma anche di espellere le tossine e le sostanze potenzialmente pericolose.

Inoltre, negli anni è stata osservata una forte correlazione positiva tra il fenomeno di ritenzione idrica e l’alta percentuale di grassi. Lo scarso funzionamento dei vasi linfatici, deputati al trasporto dei liquidi, con il conseguente ristagno degli stessi, è in gran parte associato a fenomeni di compressione che avvengono in prossimità del tessuto adiposo.

Quando gli adipociti si gonfiano a causa dell’accumulo di grassi, infatti, tendono a comprimere i vasi linfatici, ostacolando e in alcuni casi impedendo la circolazione dei liquidi. Il tutto si risolve nel rigonfiamento di specifici tessuti e in difetti non solo estetici, ma anche funzionali.

Rimedi per la ritenzione idrica

Per risolvere il problema legato alla ritenzione idrica è sufficiente, nella maggior parte dei casi, assumere uno stile di vita sano e attivo, e rinunciare ad alcune abitudini pericolose per l’organismo.

Ad esempio, è fortemente consigliabile ridurre la quantità di sale delle proprie pietanze. In linea di massima, i LARN (Livelli di assunzione di Riferimento di Nutrienti) consigliano di non superare i 5 grammi di sale al giorno. Il sale è fortemente correlato alla ritenzione idrica per un motivo molto semplice: è un soluto.

In quanto tale, la sua presenza all’interno dell’organismo umano ha l’effetto di trattenere i liquidi, in un fenomeno simile all’osmosi. Ecco, dunque, che consumare sale in eccesso può provocare, tra le altre cose, anche la ritenzione idrica.

Grazie all’assunzione di acqua, infatti, si diluiscono i soluti, e si stimola l’organismo a movimentare acqua, in modo da rimuovere quella stagnante nei tessuti.

Per introdurre liquidi è possibile non solo bere acqua in adeguate quantità, ma anche mangiare varie porzioni al giorno di frutta e verdura che, insieme ai nutrienti, apportano un’ingente quantità di acqua.

Chiaramente, tra gli altri rimedi per la ritenzione idrica rientra anche l’attività fisica. Fare sport ha diversi effetti positivi sull’organismo. Oltre a:

  • Stimolare la demolizione del grasso.
  • Mandare in deficit energetico il corpo umano.
  • Limitare la pressione esercitata dal grasso sui vasi linfatici.

Lo sport riesce anche a rinforzare questi ultimi, rendendoli più tenaci e resistenti, così da favorire il corretto circolo dei liquidi.

Come eliminare la ritenzione idrica

Se anche i rimedi naturali non riescono a ridurre efficacemente la ritenzione idrica, o se i risultati sono evidenti solo nel lungo termine, è possibile ricorrere a:

  • Cosmetici ad hoc per velocizzare il processo.
  • Raggiungere il proprio obiettivo in tempi più brevi.

In ogni caso, però, si ricorda che l’uso dei cosmetici naturali non deve in nessun caso sostituire uno stile di vita sano e attivo, ma può solo completarlo.

Ad ogni modo, il vantaggio di usare un cosmetico sta nell’azione topica che esso può esercitare. Soprattutto nel caso di ritenzione idrica localizzata:

  • Cosce.
  • Caviglie.
  • Glutei.

L’applicazione di un prodotto a livello del gonfiore garantisce l‘assorbimento rapido dei nutrienti, che esercitano la loro azione in tempi più rapidi.

Tra i cosmetici professionali che è possibile utilizzare per questo scopo figurano i fanghi. Ad esempio, il fango Bio Redux Cell presenta un elevato concentrato di te verde, caffeina ed estratto di arancio dolce, che penetrano negli strati più profondi della cute e stimolano il microcircolo, favorendo l’espulsione dei liquidi in eccesso.

Cosa provoca la ritenzione idrica

Come già detto, è un processo complesso, certamente ascrivibile a più cause della ritenzione idrica. Oltre all’assenza di un’alimentazione sana e di uno stile di vita attivo, vi sono altri fattori che favoriscono la ritenzione idrica.

Tra questi vi è certamente il fumo. La nicotina, insieme a tutti gli altri componenti delle sigarette, possono infatti entrare in circolo e provocare uno stress ossidativo tale da danneggiare i vasi linfatici, così da provocare l’accumulo di liquidi.

Purtroppo, tra i fattori correlati vi è anche la componente genetica. I ricercatori di tutto il mondo hanno infatti identificato tutta una serie di geni positivamente correlati alla ritenzione idrica.

Conclusioni

Tra i vari fattori ve ne sono alcuni sui quali non è possibile agire, purtroppo, tra cui la predisposizione genetica. Tuttavia, vi sono altre cause potenzialmente rilevanti sulle quali è invece possibile intervenire, tra cui dieta e limitazione dello stress.

È importante intervenire per limitare il fenomeno e non solo per un fine estetico. Tuttavia, con poche semplici abitudini salutari è senza dubbio possibile ottenere risultati concreti, limitando al minimo il ristagno di liquidi nel corpo.

Prodotti più richiesti per la ritenzione idrica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.