Siamo insieme su SKY

Quanto dura e come si fa la tinta Crazy Color

Diffusasi nel 1977 in Regno Unito, durante l’apice raggiunto dalla musica punk, le tinte Crazy Color si contraddistingue per colori decisamente accesi, tonalità spesso fluo e versioni in toni pastello.

In genere, la si tende a utilizzarla su una base di capelli decolorati. Si tratta di uno stile molto apprezzato da chi si considera alternativo a prescindere. Ecco, pertanto, che cos’è la Tinta Crazy Color, come si usa, quanto dura e come rimuoverla.

La Tinta Crazy Color è tra le tinte per capelli più richieste da chi vuole una chioma sempre diversa, oltretutto è privo di ammoniaca e dei suoi derivati. Ragion per cui non arreca il minimo danno ai capelli. Di converso, a questa tinta decisamente particolare va riconosciuto il merito di nutrire a fondo e di rigenerare la fibra capillare. Le creme che la compongono presentano una base vegetale che è quasi sempre un’ottima soluzione nel momento in cui occorre prendersi cura dei capelli.

Una volta che sono stati colorati, i capelli si presentano sani, perfettamente idratati e particolarmente morbidi. Le donne desiderose di sfoggiare un colore brillante su capelli decolorati tessono le lodi di questo look, ideale per tutte coloro che intendono rendere i capelli più lucenti o che aspirano ad aggiungere un po’ di luce alla chioma, negli ultimi tempi spenta, magari per la stanchezza o per lo sbalzo di temperatura piuttosto evidente.

Quanto dura e come si fa la tinta Crazy Color

Cosa sapere a proposito dell’utilizzo di Tinta Crazy Color?

Grazie alla tinta semipermanente, il colpo d’occhio sui capelli decolorati è davvero unico. Sia sui capelli biondi sia su quelli più scuri e non decolorati, il risultato finale è a dir poco incredibile.

Cosa avviene se però il risultato non coincide con le aspettative del cliente?

Spesso, i capelli appaiono come porosi. Di fatto, adattare i tempi di posa è un aspetto di fondamentale importanza per chi lavora in un saloon di bellezza. A fronte di calvizie di livello maggiore i 10 punti percentuali, il colorante non è consigliabile.

Se l’intento invece è quello di ottenere un risultato degno di nota, schiarire i capelli si rivelerebbe la soluzione più pratica. In ogni caso, tuttavia, sarebbe sempre necessario procedere con dei test per certificare quale colore si addice di più al proprio stile. Il tutto senza bisogno di testare il colore prima della sua effettiva applicazione.

Come si usa la tinta Crazy Color?

Per risultati ottimali in quanto a bellezza e morbidezza dei capelli, occorre puntare molto sulla perfetta colorazione dei capelli. Questa deve risultare in linea con i risultati previsti.

In riferimento all’utilizzo di Tinta Crazy Color, chi lavora in un saloon utilizza guanti monouso, perché i pigmenti contenuti nelle tinte semipermanenti possono macchiare la pelle.

In seguito, occorre lavare i capelli, ricorrendo a uno shampoo con PH compreso fra 6 e 6,5. Soluzioni eccessivamente acidificanti, inoltre, si rivelerebbero deleteri per lo stato di salute del cuoio capelluto. Bisogna scegliere il miglior shampoo possibile, idealmente quello che permette il passaggio del colore, a seguito dell’apertura delle squame.

Ottima pratica, poi, è quella di tamponare i capelli con un asciugamano monouso o possibilmente, in microfibra. Il colore viene in genere applicato con un pennello. Dividere la chioma in tante piccole sezioni, si dimostra una saggia decisione, in quanto agevola l’applicazione del prodotto. Dopo aver terminato con l’uso del pennello, allora è il caso di distribuire il colore con le mani. La posa deve durare una ventina di minuti circa.

Dopo la posa, optare per l’applicazione di un prodotto acidificante non sempre conviene. Vi sono alcuni spray con risciacquo, utili perché sigillano le squame.

Anche qui occorre tenere in posa il prodotto per le tempistiche necessarie. Un apposito risciacquo con acqua fredda chiude le squame. Solo a questo punto, si potrà avviare l’asciugatura.

La prima applicazione

Si suggerisce in primis di provare il colore in primis su una ciocca. Se il risultato convince, è forse il caso di provare e di applicare il colore sull’intera chioma. Agendo in questo modo, la gestione dei tempi di posa sarà molto più semplice. Ottenere l’effetto a lungo auspicato diventerà un dato di fatto.

Circa la durata della Tinta Crazy Color, i risultati variano anche dalla tonalità e dalle volte in cui si lavano i capelli. In genere, si va da una durata minima di un paio di settimane sino a qualche mese.

Suggerimenti

Mai utilizzare shampo anti-sebo o antiforfora perché agevolano la rimozione del colore. Piscina e spiagge sono ambienti dove occorre prestare attenzione: è il caso di evitare l’esposizione prolungata al sole.

Se non si intende tenere la tinta, la si può eliminare con un ottimo shampoo antiforfora. La tintura, infatti, si scaricherà praticamente subito. Anche la piscina può essere un problema come ambiente, in quanto il cloro fa sbiadire i capelli, servendosene per scaricare il colore in tempi rapidi.

Bisogna utilizzare shampoo ad hoc per il colore a pH acido. Per una tinta impeccabile, si può provare ad aggiungere qualche goccia di colore alla maschera che appare colorata e in tinta.

Da evitare tassativamente la piastra per i capelli: il calore intenso non giova di certo ai tuoi capelli che vedono il loro colore sbiadito.

Come rimuovere la Tinta Crazy Color?

L’estetista può ricevere la segnalazione, dove la cliente chiede la rimozione della Tinta Crazy Color.

A volte togliere la tinta dai capelli o il colore, se sbiadito o scaricato, comporta la necessità di lavare più volte i capelli.

Utilizzare questo prodotto o l’acqua calda velocizzerà le operazioni di rimozione. Parrucchieri esperti optano per il decapaggio, che eliminerà ogni minima sfumatura indesiderata.

Conclusioni

La tinta Crazy Color risulta fra le principali linee di colorazioni semi-permanenti. C’è poi chi predilige il look fashion e crazy con i suoi colori brillanti:

  • Rosso.
  • Blu.
  • Rosa.
  • Viola.
  • Giallo.
  • Verde.

In definitiva, per ottenere risultati meritevoli di attenzione, è bene che i capelli vengano schiariti sino a un livello pari a 9 o a 10.

Tinte più richieste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.