Come scegliere il semipermanente

Il semipermanente è una valida alternativa al gel e allo smalto tradizionale. Versatile e sicuro, è disponibile in diverse nuance, si applica facilmente e ha una lunga tenuta fino a 3 settimane.

Ottimo compromesso tra unghie naturali, ricostruzione unghie o finte, è poco invasivo e garantisce risultati eccellenti in termini di resistenza.

Attenzione però perché prodotti scadenti, di qualità discutibile e non certificati potrebbero:

  • Rivelarsi dannosi.
  • Essere responsabili di allergie, indebolimento e fragilità.

Motivo per cui la scelta di applicare lo smalto gel semipermanente non deve mai essere lasciata al caso o dettata da un’esigenza economica.

A tal proposito la linea Ebrand Evo Nails Made in Italy di alta qualità offre:

  • Un’ampia varietà di prodotti innovativi.
  • Facili da stendere.
  • Duraturi, totalmente sicuri sulle unghie.
  • Disponibili in tantissime colorazioni, dalle tonalità classiche fino alle più estrose.

Scelta del semipermanente in base alle caratteristiche

Lo smalto semipermanente è costituito da un composto plastico che garantisce una maggiore durata senza antiestetiche sbeccature.

L’indurimento e la perfetta aderenza all’unghia si ottengono grazie al fornetto per unghie LED oppure UV.

Il semipermanente si stende come uno smalto tradizionale, ma a differenza di quest’ultimo offre una resa migliore in termini di brillantezza e tenuta.

La manicure può resistere per diverse settimane (circa tre) o fin quando non si decide di togliere lo strato di gel per rinnovare il look.

Di facile e rapida rimozione, non richiede l’uso della fresa per unghie ma di un solvente specifico (remover), purché sia di ottima qualità.

Prima di procedere, l’unghia deve essere trattata con una lima per eliminare lo strato più superficiale dello smalto (quello brillante e lucido, per intenderci). I movimenti devono essere decisi ma delicati per evitare di creare danni.

Il remover contribuisce ad ammorbidire il semipermanente, il quale potrà essere eliminato del tutto con uno spingi cuticole in legno d’arancio.

Al termine, è bene procedere con la reidratazione e il nutrimento delle unghie, utilizzando delle creme a base di vitamine come quelle utilizzate per il corpo.

Semipermanente soak off: cos’è e a cosa serve?

Di recente, sono stati introdotti sul mercato i soak off. Del tutto simili per applicazione ed effetto ad un tradizionale semipermanente, sono molto più morbidi e meno densi.

Prodotti innovativi, disponibili in diverse varietà di colori e rispettosi delle unghie sono auto livellanti, cioè non creano antiestetici spessori durante la stesura (tra le principali cause di rottura).

Tuttavia, è bene segnalare che hanno una durata inferiore rispetto agli smalti tradizionali, non superiore ad una settimana.

La rimozione del prodotto non richiede l’uso della lima, ma del solo remover sotto forma di impacco (alcune preferiscono lasciare le unghie in ammollo per il tempo indicato sulla confezione).

Semipermanente peel off: di cosa si tratta?

Nuovo tipo di smalto semipermanente professionale, il peel off vanta una palette di colori densi e vivaci. Rispetto ai prodotti sopracitati, si toglie sollevandolo per un lembo, come se si trattasse di una patina adesiva.

Ha una durata di circa una settimana e non danneggia l’unghia. Soluzione pratica e veloce, è ideale per tutte quelle donne che amano cambiare il look delle proprie mani, sfoggiando sempre colorazioni differenti e una manicure impeccabile.

Naturalmente, a differenza della classica ricostruzione in gel, questo tipo di semipermanente non può modificare la forma dell’unghia, svolge tuttavia la stessa funzione di un tradizionale smalto ma con una tenuta maggiore.

Come scegliere uno smalto semipermanente in base al tipo di unghia

Il semipermanente offre una vasta gamma di colori che vanno ben oltre i classici dell’arcobaleno. Non tutte le nuance possono adattarsi alla conformazione dell’unghia e alla carnagione.

Non basta avere una preferenza per ottenere un effetto straordinario e una manicure perfetta.

Alcune tonalità possono accentuare dei piccoli difetti, come ad esempio una mano piccola e non esattamente affusolata.

Ecco qualche utile suggerimento per una scelta consapevole:

  • Dita tozze oppure corte

Richiedono degli stratagemmi per dare l’illusione ottica di sembrare più affusolate. Lo smalto va steso mantenendo libero un pò di spazio ai lati e alla base dell’unghia. .

Bisogna privilegiare una forma arrotondata e non quadrata, colori scuri (nero, bordeaux, blu notte), brillanti e lucidi, senza alcuna nail art.

  • Unghie corte

Vanno allungate con una forma arrotondata oppure a punta. Lo smalto va steso, anche in questo caso, solo nella parte centrale dell’unghia ma prediligendo delle colorazioni vivaci, le tonalità pastello e glitterate. No quindi alle nuance nude o ai colori grigi.

  • Unghie lunghe

Non hanno bisogno di grandi accortezze, ma di cura dei dettagli. Ogni colore, dal pastello al nero, non farà altro che valorizzare la mano.

Chi possiede una carnagione molto chiara dovrebbe prediligere tonalità nude, con sfumature tendenti al blu e i grigi. È possibile anche osare con il rosso e il rosa per dare una maggiore vivacità alla mano.

La carnagione scura oppure olivastra è, invece, sinonimo di “NO LIMITS”. Ci si può sbizzarrire con semipermanenti di qualsiasi colore (freddi oppure caldi). Perfino l’eccesso è consentito!

Semipermanente professionale: quale scegliere?

Il mercato offre un’ampia selezione di smalti semipermanenti di qualità. Le marche sono tante, ma per un’applicazione estremamente semplice e risultati eccellenti la linea Ebrand Evo Nails è il TOP.

Rivoluzionari ed innovativi, questi prodotti garantiscono mani perfettamente curate e impeccabili.

Facili da stendere, non danneggiano l’unghia e hanno una lunga durata (fino a 4 settimane), purché vengano seguite le indicazioni riportate sulla confezione e si curino mani e unghie con creme idratanti e nutrienti.

Prima di essere applicato, i semipemantenti Ebrand Evo Nails richiedono un’accurata livellatura dell’unghia con la lima, al fine di migliorare l’aderenza e al tempo stesso di evitare la formazione di antiestetici spessori.

Questi smalti sono dei perfetti alleati della salute dell’unghia: proteggono lo strato più esterno, riducendo al minimo le rotture e i piccoli traumi quotidiani.

L’attenta selezione è stata studiata per le professioniste che non possono lasciare al caso la scelta di un buon prodotto da proporre alle clienti.

L’acquisto non può essere dettato da un’esigenza economica: prodotti scadenti, a poco prezzo e non certificati, potrebbero compromettere l’intero lavoro e renderlo più difficoltoso.

Senza considerare che, potrebbero causare danni gravi alle unghie, ridurre la durata e la resistenza del prodotto nelle settimane a seguire.

Gli smalti della linea Ebrand Evo Nails vantano una formula con pigmentazione super intensa, che consente una più facile applicazione.

Saranno sufficienti appena due strati sottili per ottenere risultati eccezionali.

Il tutto va poi fissato con la lampada Uv e uno strato di top coat facendo attenzione ai lati e alla punta. Concludere polimerizzando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *