Rullo di giada: che cos’è, come si usa e benefici

Il rullo di giada, noto anche come jade roller in inglese, è un piccolo tool utile per praticare diversi massaggi facciali (ma non solo), che da un po’ di tempo a questa parte sta conoscendo un vero e proprio boom di vendite, complici anche le dichiarazioni di molti membri dello star system, che hanno dichiarato di non poterne più fare a meno.

Che cos’è il rullo di giada

Il rullo di giada è un piccolo dispositivo costituito da un manico della lunghezza di circa 15 centimetri e da due estremità rotanti, di diverse dimensioni: una più piccola, di circa:

  • 2,5 centimetri e una più grande, di 4,5 centimetri più o meno.

L’estremità dalle dimensioni inferiori è indicata prevalentemente per il massaggio di zone come il contorno labbra e il contorno occhi, mentre la maggiore è utilizzata per ogni parte del viso, ma anche per altre zone del corpo.

Il materiale da cui è formato, come si può dedurre dal nome è la giada naturale:

  • Questa pietra ha una lunga storia e già ai tempi della medicina cinese veniva utilizzata per costruire svariati oggetti, soprattutto portafortuna.

Ciò perché ricco è il significato simbolico della giada, associata a vari concetti positivi come:

  • Perfezione.
  • Immortalità.
  • Ottimismo.
  • Serenità.
  • Autorealizzazione.

Ma si tratta davvero di un oggetto utile come il massaggiatore viso 3D come prevenire l’invecchiamento della pelle.

A cosa serve il rullo di giada

Notevoli sono dunque le connotazioni positive di questo materiale, capace, sempre secondo la medicina cinese, di:

  • Placare il cuore.
  • Calmare e rilassare l’intero organismo.

Andando a legarsi al cosiddetto quarto chakra (ovvero quello collegato proprio al cuore, ai polmoni, al sistema circolatorio e agli arti superiori).

Se si tratti di pura superstizione o sia verità non ci è dato di saperlo, però quello che è certo è che in Asia da molto tempo è usanza comune servirsi di massaggi con il rullo di giada.

Risulta essere un ottimo mezzo per agevolare l’assorbimento di specifici prodotti per la skincare, anche grazie alla sua bassa conduzione di calore, che lo mantiene freddo persino durante la frizione con la pelle.

Questo è un ulteriore plus della giada, la quale, rimanendo fredda, è particolarmente piacevole a contatto con la pelle, specie nelle stagioni più calde.

Anche se bisogna ammettere che più che la pietra, ad incidere sulla validità degli interventi cosmetici del rullo di giada sia il tipo di massaggio che con esso si riesce a praticare sulla pelle del viso:

  • Questa tecnica è detta Gua Sha e lavora contemporaneamente su più piani.

Infatti favorisce la distensione delle varie fasce muscolari, stimolando la circolazione sanguigna superficiale e incrementando anche l’ossigenazione dei tessuti:

  • Ciò indubbiamente si traduce in un drenaggio linfatico intensificato, con il risultato di una pelle liberata dalle tossine.

Detto in altri termini, con questo massaggiatore viso si agisce con un doppio movimento, che vede la pelle del viso sollevata e i muscoli sfregati, sempre però utilizzando un movimento che va dal basso verso l’alto.

Occorre dunque provvedere alla detersione e all’idratazione del viso, che poi verrà trattato con maschere viso, sieri viso e creme viso specifiche il cui potere verrà amplificato proprio dall’utilizzo di questo piccolo e affascinante strumento.

Ultimamente, poi, sono nate altre varianti del rullo di giada, che vedono come protagoniste altre pietre, come ad esempio il rullo di quarzo rosa e l’ametista viola. Sembrerebbero avere altre caratteristiche, anche se molti ne notano solo le differenze cromatiche e ne fanno più che altro una questione di colori.

Come usare il rullo di giada

Dunque è chiaro che il rullo di giada si debba inserire nella routine di bellezza quotidiana per mostrare tutti i suoi benefici ed è sufficiente un tempo stimato intorno ai:

  • 5 minuti al mattino e 5 minuti alla sera.

Come si è detto in precedenza, il viso deve essere pulito, poi si selezionano i trattamenti specifici per ogni esigenza della cute e si provvede al massaggio vero e proprio con il rullo di giada, che appunto agevola l’assorbimento dei vari prodotti cosmetici.

Occorre effettuare movimenti precisi e molto leggeri, utilizzando l’estremità più piccola per le zone delicate perioculari, per la zona naso-labiale, per mento e palpebre, mentre il rullo facciale più grande è indicato per le guance, gli zigomi, la fronte e il collo.

Il massaggio deve partire dal collo, con movimenti ascendenti, partendo dai lati fino a raggiungere la mascella.

Per la zona degli occhi si consigliano movimenti circolari molto delicati, che partendo dall’interno dell’occhio arrivano fino alle tempie.

Quanto alla fronte, si deve passare il rullo dalle sopracciglia fino all’attaccatura dei capelli, sempre agendo dal basso verso l’alto, applicando un movimento prima verticale e poi orizzontale, dalle sopracciglia alle tempie tonificando e rassodando entrambi i lati del viso.

Da notare che ogni movimento dovrebbe durare almeno un minuto.

Quante volte usare il rullo di giada

Per osservare dei reali benefici, si consiglia di usare questo strumento sia all’interno della beauty routine del mattino, che di quella della sera, ogni giorno.

Il segreto del successo del rullo di giada sta proprio nella perseveranza, quindi sarebbe bene massaggiare ogni zona del viso per almeno 3 o 5 volte:

  • Al mattino lo scopo è quello di tonificare e massaggiare la pelle.
  • Alla sera è utile per alleviare le tensioni accumulate nell’arco della giornata.

Come si pulisce il rullo di giada

Siccome si tratta di un dispositivo a contatto con la pelle del viso e che va utilizzato previa applicazione di specifici cosmetici, occorre prestare particolare attenzione alla pulizia del rullo di giada dopo ogni sessione di massaggio.

Tuttavia la sua manutenzione è piuttosto semplice e si limita ad un accurato lavaggio con acqua e sapone e ad un’asciugatura con un panno in microfibra.

Un consiglio utile è poi quello di riporre il rullo di giada in frigorifero dopo l’uso:

  • Questo perché si tratta di un materiale a bassa conduzione di calore, oltre al fatto di accentuare l’effetto tensore e rinfrescante.

Benefici del rullo di giada

Veniamo ora ai benefici del rullo di giada che sono tanti e innegabili.

  • Favorisce l’assorbimento delle sostanze applicate sulla pelle, che in questo modo accentuano il loro potere d’azione.
  • Stimola la circolazione sanguigna, utile a sua volta per l’eliminazione delle tossine.
  • Essendo una pietra fredda ottiene un ottimo drenaggio dei liquidi in eccesso.
  • Miglioramento a carico del sistema linfatico.
  • Il viso beneficia del massaggio, sgonfiandosi visibilmente, anche le borse sotto gli occhi si riducono in maniera notevole.

Va anche detto che il massaggio costante con il rullo di giada aiuta a:

  • Stimolare la produzione di collagene, con un significativo effetto anti invecchiamento rallentamento della comparsa delle micro rughe.

Attenzione: questo non significa che le rughe pre-esistenti scompaiano.

In definitiva, si nota che la pelle trattata con questo strumento risulta più elastica, luminosa e compatta, liberata anche da arrossamenti e irritazioni, oltre che più rilassata e più giovane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *