Home / Bellezza Estetica / Controindicazioni shampoo a secco

Controindicazioni shampoo a secco

Negli ultimi anno l’utilizzo dello shampoo a secco è aumentata sempre di più, questo prodotto era particolarmente usato negli anni Novanta ed ora è tornato sugli scaffali dei negozi e online con delle formule tutte nuove e più efficaci.

Oggigiorno il tempo è davvero denaro e spesso non si ha il tempo di stare ad asciugarsi i capelli o di utilizzare tutti i giorni balsami e maschere per capelli.

Si potrebbe quasi immaginare che proprio per questa vita piena zeppa di impegni dell’epoca moderna sia nato questo prodotto ma, invece, fu una dottoressa vissuta qualche secolo fa che ipotizzò lo shampoo a secco per capelli, anche se, ovviamente, ora è stato innovato e modificato.

Cos’è lo shampoo a secco

shampoo a seccoQuesto prodotto permette di pulire i capelli, eliminando gran parte dell’unto che si accumula sul cuoio capelluto, senza l’utilizzo di acqua e, quindi, di phon.

Per detergere la chioma si possono usare due tipi di shampoo secco, quello in polvere o in spray.

Lo shampoo a secco in spray è contenuto in una bomboletta pressurizzata, di solito è quello maggiormente usato perché più pratico e comodo, invece quello in polvere è semplicemente contenuto in una vaschetta.

Generalmente questi prodotti riescono ad assorbire il sebo dai capelli donando un aspetto da ‘capelli appena lavati’ in pochi minuti.

I principali ingredienti contenuti negli shampoo a secco di solito sono:

  1. Talco, un sale che è in grado di assorbire il sebo.
  2. Argilla, una sostanza naturale che ha proprietà opacizzanti.
  3. Amido di mais o di riso, combattono le sostanze grassose depurando i capelli.

Inoltre sono spesso presenti dei profumi naturali che rendono la chioma più odorosa e gradevole, si possono anche scegliere degli shampoo a secco con una colorazione nello specifico così da non lasciare alcuna traccia sui capelli.

Inutile dire che questi sono solo degli esempi di cosa potrebbe contenere un classico shampoo a secco, ogni marca e tipologia di shampoo ha poi le sue caratteristiche e le sue composizioni.

Come si usa lo shampoo a secco

L’utilizzo di questo prodotto è veramente molto rapido e pratico, sia se si usa lo spray oppure la polvere va applicato uniformemente su tutti i capelli, dalla radice alle punte, pettinando la chioma delicatamente.

Dopodiché bisogna lasciare agire il prodotto per qualche minuto, in questo modo si renderà più efficace l’effetto pulente. In seguito con un asciugamano oppure una spazzola strofinare i capelli per eliminare il prodotto in eccesso.

Ora i vostri capelli dovrebbero avere un aspetto più pulito, voluminoso che vi permetterà di sembrare appena usciti dalla doccia.

Lo shampoo a secco fa male?

Ovviamente questo prodotto è un trattamento che va fa fatto in casi limite, di emergenza, quando non si ha tempo di fare lo shampoo tradizionale con tutti i suoi risciacqui e asciugature, quando si è in ritardo per una riunione o un appuntamento.

Pochi minuti e tutto ritorna in ordine. Questo però non va assolutamente pensato come un sostituto quotidiano dello shampoo, come al solito in tutte le cose, ‘il troppo stroppia’.

Non ci sono delle vere controindicazioni per lo shampoo a secco, infatti può essere utilizzato anche sui bambini, ma deve essere sempre alternato a cicli di lavaggio ‘classico’.

Potrebbero beneficiarne, comunque, le persone con capelli particolarmente grassi perché in questo modo non sarebbero costretti ad utilizzare l’acqua tutti i giorni e a perdere molto tempo per l’igiene dei capelli.

Bisogna comunque sottolineare che lo shampoo secco non pulisce i capelli come uno shampoo tradizionale, solo con quest’ultimo è possibile eliminare residui cellulari dal cuoio capelluto, tracce di inquinamento e sporco dai capelli.

Inoltre un corretto utilizzo di shampoo, maschera e balsamo garantisce la bellezza e il benessere dei capelli anche nel lungo periodo, rinforzando i capelli ed evitandone le caduta eccessiva.

Quando conviene evitarlo e possibili effetti indesiderati

Normalmente, come detto in precedenza, non ha degli effetti collaterali ma in alcuni casi potrebbe non essere da alcuni soggetti particolarmente sensibili a degli ingredienti contenuti in esso.

Potrebbe causare prurito al cuoio capelluto e irritazioni della cute, spesso questi sintomi sono dovuti ad una allergia ad uno o più componenti dello shampoo, prima dell’utilizzo si consiglia di leggere attentamente l’etichetta del prodotto.

Infine, per tutti i soggetti con ipersensibilità della cute dovrebbero evitare di usare prodotti di questo genere, potrebbero essere affetti da fastidiosi controindicazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *