Siamo insieme su SKY

Maschera per il viso: cos’è, a cosa serve e come si usa

La pulizia quotidiana deterge la pelle togliendo il trucco, il sebo in eccesso e le impurità superficiali. L’accostamento della maschera viso svolge una funzione di disintossicazione rendendo la pelle immediatamente più sana e luminosa.

I pori ostruiti, infatti, sono una vera fonte di guai perché tutte le impurità penetrano in profondità e possono dare via libera ai batteri di penetrare nella pelle dando origine a brufoli e imperfezioni.

Per questo motivo l’utilizzo costante della maschera viso migliorerà la texture della vostra pelle.

Maschera per il viso

A cosa serve la maschera per il viso

La maschera viso è un formulato particolare che contiene una percentuale di principi attivi superiore a quella delle creme viso il cui effetto è intensivo e ad azione rapida. Le maschere viso possono avere varie funzioni:

  • Idratante
  • Rivitalizzante.
  • Tonificante.
  • Detossinante.
  • Purificante.

Essa riattiva il microcircolo del viso ripristinando un alterato equilibrio idrolipidico cutaneo.

Maschera per il viso, quale scegliere

Ogni pelle ha caratteristiche differenti ed in quanto tali vanno trattate con le migliori maschere viso in maniera diversificata in base alle varie tipologie.

Se avete una pelle sensibile con tendenza all’arrossamento e sensibile alle variazioni climatiche, sappiate che ha un PH instabile ragion per cui dovrete orientare la vostra ricerca verso una maschera viso idratante , con componenti lenitive e decongestionanti.

La pelle di tipo grasso detta anche seborroica, invece, necessita di un trattamento a base di componenti attivi ad azione astringente e dermopurificante: tra i principali troviamo estratti di tè verde, bardana e lievito, propoli e argilla, carbone vegetale.

Al contrario, una pelle secca, disidratata, screpolata e ruvida al tatto, dovrà orientarsi su una maschera viso che contenga principi attivi ad azione nutriente e riparatrice per ripristinare le condizioni di normalità: via libera al burro di karitè, olio di avocado, olio di macadamia, olio di jojoba.

Per mitigare le imperfezione e allontanare il tanto temuto invecchiamento cutaneo sarebbe indicato applicare correttamente una maschera per il viso almeno un paio di volte al mese.

Come abbiamo accennato, in commercio esistono numerose proposte di maschere viso per la pulizia del viso in base alle esigenze specifiche della pelle.

Le maschere viso in crema, ad esempio, sono la tipologia di prodotto più amata in inverno perché grazie alla consistenza morbida idratano a fondo e regalano una sensazione di benessere immediato.

Le maschere viso in tessuto fanno sempre parte di questa categoria di prodotti cosmetici e sono un prodotto estremamente pratico, innovativo e veloce; sono un concentrato di siero ed elementi nutrienti per la pelle con una formulazione talmente ricca che non serve idratare il viso con la crema dopo l’applicazione.

Disponibili per tutti i tipi di pelle ma ideali per quelle più sensibili che hanno bisogno di una carica di idratazione.

Cosa mettere dopo la maschera in tessuto?

Poiché questa maschera dopo averla applicata, lascia la pelle idratata ma leggermente appiccicata, è bene passare un dischetto di cotone leggermente inumidito per togliere quella patina che crea questo effetto.

Altra gamma di maschere viso ampiamente utilizzata è quella in gel: si tratta di maschere che hanno una consistenza particolare che regala fin dall’immediata applicazione una sensazione di freschezza e compattezza.

Un prodotto apprezzato da chi ha la pelle mista perché idrata e non ha bisogno di risciacquo, ideale in caso di pelle mista o grassa perché al contrario di quelle in tessuto trattengono al loro interno il siero senza lasciare la sensazione viscosa dopo il trattamento.

Maschere viso più richieste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.