Acido ialuronico viso: cos’è, a cosa serve e proprietà

È considerato un vero e proprio elisir di giovinezza ed è uno degli ingredienti più utilizzati nel settore dell’estetica: stiamo parlando dell’acido ialuronico, la molecola che in un solo grammo è capace di trattenere fino a sei litri di acqua.

Eccellente idratante, antiage tra i più efficaci, è un must have perfetto per chi desidera un incarnato privo di rughe, disteso e luminoso.

Cos’è l’acido ialuronico?

Da un punto di vista strettamente chimico, l’acido ialuronico è un glicosaminoglicano, una molecola formata da una lunga sequenza di due zuccheri specifici:

  • N-acetilglucosamina.
  • Acido glicuronico.

Legati tra di loro grazie a molecole di idrogeno estremamente flessibili.

È proprio questa conformazione il segreto dell’acido ialuronico perché gli conferisce la capacità di trattenere grandi quantitativi di acqua e idratare in questo modo i tessuti connettivi.

Questa molecola è presente naturalmente nel nostro organismo, si trova infatti:

  • Derma.
  • Umor vitreo dell’occhio.
  • Liquido sinoviale.
  • Articolazioni.
  • Cartilagine.

Semplificando quindi è uno zucchero che ha la capacità di legare l’acqua al collagene in modo che la pelle possa apparire più compatta, umida e ben idratata.

Con il trascorrere del tempo, la scorta di acido ialuronico nel corpo diminuisce:

  • Verso i 50 anni ne abbiamo all’incirca la metà di quella posseduta alla nascita.

Il risultato è una pelle rilassata e priva di tono, un terreno fertile per la comparsa delle prime rughe. Utilizzare prodotti cosmetici di qualità a base di questa molecola è quindi un’ottima idea per contrastare i segni dell’invecchiamento.

A cosa serve l’acido ialuronico

Oggi la tendenza è quella di estrarlo e sintetizzarlo da alcuni batteri in modo tale da ottenere molecole che mostrano caratteristiche chimiche e campi di applicazione molto diversi tra loro.

Non dimentichiamo infatti che l’acido ialuronico, dotato di una spiccata attività antinfiammatoria, trova applicazione anche nella cura di alcuni disturbi articolari.

Le scorte di collagene e acido ialuronico naturalmente presenti nel nostro organismo diminuiscono, come abbiamo visto, con il trascorrere del tempo.

Oltre all’età esistono una serie di fattori come l’inquinamento atmosferico, lo stress, la mancanza di un riposo adeguato che mettono dura prova le difese della nostra epidermide e che, a lungo andare, possono causare delle piccole rotture nella barriera protettiva cutanea.

Il risultato di queste piccole “fessure” è la fuoriuscita dell’acqua contenuta nelle cellule e la conseguente disidratazione. Questo è il motivo per cui creare una skincare protettiva e in qualche modo preventiva è l’arma perfetta per mantenere un incarnato radioso e privo di cedimenti.

Se partiamo dal presupposto che ne produciamo sempre meno, l’introduzione per via topica di questa molecola è ideale per chi desidera un trattamento antiage profondo ed efficace.

Nel campo della medicina estetica, l’impiego dell’HA nel trattamento delle rughe è stata una vera e propria rivoluzione al punto che in molti casi ha sostituito egregiamente il botox.

È stato clinicamente dimostrato infatti che l’applicazione per via intradermica attiva e stimola i fibroplasti a qualsiasi età, anche la più avanzata.

Perfetto per le pelli mature, l’HA serve per riempire le rughe, per fornire maggior volume e per distendere tratti e lineamenti.

Più sicuro del collagene perché meno allergizzante, l’acido ialuronico è particolarmente indicato per trattare le pieghe naso-labiali, le zampe di gallina e le rughe che compaiono sulla fronte e ai lati della bocca.

Proprietà dell’acido ialuronico

Rimodella gli zigomi e rassoda l’ovale, non trascuriamo inoltre l’elevato potere idratante che lo rende perfetto anche per la skincare delle pelli più giovani e per il trattamento di rossori e piccole irritazioni cutanee.

La sua composizione particolarmente fibrosa lo rende un complemento ideale in caso di pelle spenta e disidratata. Può essere utilizzato da solo o in aggiunta alle creme viso abituali per potenziare l’effetto antietà.

Le sorprendenti proprietà dell’acido ialuronico gli conferiscono lo status di una molecola perfetta per rispondere alle esigenze dettate dalle varie stagioni della vita.

A 30 anni iniziano a comparire le prime rughe o i piccoli segni d’espressione. In questo caso, l’HA aiuta a riempire i solchi e a mantenere un aspetto giovanile. Tra i 40 e i 50 anni invece il problema principale è rappresentato dalla perdita di tono e dal rilassamento.

Un buon siero all’acido ialuronico, in aggiunta alla beauty routine abituale, solleva, illumina e definisce. Dai 50 in poi le rughe si fanno più marcate, la pelle appare disidratata e poco elastica.

Una crema giorno/notte contenente un discreto quantitativo di acido ialuronico idrata, distende e corregge progressivamente gli effetti dell’’invecchiamento. Ma quali sono nello specifico le proprietà di questa sostanza così efficace?

Principali caratteristiche dell’acido ialuronico

  • Azione antinfiammatoria

Partiamo da una proprietà che riguarda più da vicino la salute del nostro corpo.

L’HA è dotato di un notevole effetto antinfiammatorio che allevia il dolore articolare, tendineo e muscolare e fornisce all’organismo una serie di elementi che gli permettono un recupero più semplice e veloce.

Sulla pelle, questo effetto antinfiammatorio, contribuisce a calmare e lenire infiammazioni, le ustioni superficiali e le irritazioni della pelle.

  • Idratante

L’acido ialuronico è una vera e propria spugna, capace di trattenere ingenti quantitativi di acqua ma non solo. Questa molecola diffonde l’idratazione in qualsiasi strato della pelle, anche il più profondo.

Grazie alla particolare struttura chimica, si lega con il collagene e l’acqua andando a riempire gli spazi intracellulari provocati dalle rughe e dalle linee d’espressione.

  • Azione antiossidante e antietà

Promuove la crescita e lo sviluppo delle cellule sane perché stimola in profondità la produzione di collagene ed elastina, le due fibre che intervengono direttamente sull’elasticità e il turgore della pelle.

  • Azione rigenerante

È un vero toccasana per la rigenerazione dei tessuti danneggiati in quanto promuove la crescita in grandi quantità delle cellule staminali sane. Applicato su tessuti connettivi feriti o lesionati, ne accelera la guarigione.

  • Azione protettiva

Questa molecola va a riempire lo spazio vuoto che si crea, con il passare del tempo, tra le cellule e la pelle. Il risultato è un’epidermide più tesa, levigata, protetta dai raggi UV e dai fattori che possono danneggiarla.

Utilizzato regolarmente, ripara e rinforza la barriera cutanea. Non sottovalutiamo questo aspetto: un’epidermide debole e priva di idratazione favorisce la penetrazione di batteri, sostanze chimiche e radicali liberi che possono danneggiare gli strati profondi della pelle.

I primi sintomi di questa aggressione sono la comparsa di un prurito costante, una pelle grigia, spenta e priva di vitalità.

Controindicazioni acido ialuronico

L’acido ialuronico, come abbiamo visto, è un componente naturale della nostra pelle e per questo motivo è solitamente privo di controindicazioni ed effetti collaterali.

Vi diamo un piccolo consiglio: un’eventuale interazione deve essere ricercata nella totalità degli ingredienti che compongono la crema a base di acido ialuronico.

Per questo motivo è buona norma leggere con attenzione l’INCI e preferire prodotti di qualità privi di coloranti, parabeni, siliconi e alchool.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *